Borse di studio, l’Ersu Pa apre ad altri 3mila assegnatari - QdS

Borse di studio, l’Ersu Pa apre ad altri 3mila assegnatari

Michele Giuliano

Borse di studio, l’Ersu Pa apre ad altri 3mila assegnatari

mercoledì 24 Febbraio 2021 - 00:00

8.500 quelle erogate in totale: ciascuna oscilla da mille a 4mila euro. Fondi a università, accademie Belle arti, conservatori di musica

PALERMO – Altri 7 milioni di euro per le borse di studio erogate a favore degli studenti universitari, delle accademie delle Belle arti e dei conservatori di musica della Sicilia. Si tratta di altri 3.540 assegnatari di borsa di studio, di cui 1.053 di primo anno e 2.487 di anni successivi al primo. Le 3.540 nuove borse Ersu di Palermo assegnate si sommano alle 4.960 già erogate. Delle 8.500 borse di studio totali erogate, 2.508 borse sono assegnate a studenti di primo anno, mentre le altre vanno a studenti di anni successivi al primo. Si tratta del 73% del totale delle richieste presentate e considerate idonee, che ammontano a 11.723 istanze.

Gli importi versati agli studenti variano da un minimo di 1.189 euro a un massimo di 4.000 euro (comprensivo di 1.300 euro di contributo alloggiativo), in base alla condizione di studente in sede, pendolare o fuorisede e in base al numero Iseeu posseduto. Lo scorso anno sono anche state previste delle borse straordinarie per i giovani che studiano fuori dal territorio siciliano e che hanno dovuto sostenere grosse spese anche nel periodo del lockdown.

“A nome di tutto il consiglio di amministrazione dell’Ente – dichiara Giuseppe Di Miceli, presidente dell’Ersu Palermo – esprimo soddisfazione per questo importante risultato che consente, grazie all’azione di rilancio amministrativo portata avanti e alle sinergie con l’assessore regionale all’istruzione Roberto Lagalla, questo importante risultato. Ma confermo – prosegue il professor Giuseppe Di Miceli – che continueremo nell’azione di reperimento di nuove risorse finanziarie con l’obiettivo di potere assegnare ulteriori borse di studio, nella direzione della maggiore soddisfazione possibile di studenti universitari risultati idonei al concorso Ersu che quest’anno ammonta a 11.723 studenti”.

I nuovi studenti beneficiari potranno verificare l’esito del concorso dalla pagina personale dei servizi “ersuonline” del portale studenti e dalle graduatorie. Nei prossimi giorni l’Ente avvierà le procedure per l’erogazione della prima rata di borsa di studio ai nuovi assegnatari. Come previsto dal bando, non saranno accreditati contributi monetari agli studenti e alle studentesse che risulteranno sospesi per non avere regolarizzato la richiesta benefici o che non avranno comunicato il codice iban.

L’Ersu di Palermo, istituito dalla Regione Siciliana in sostituzione della disciolta ‘Opera Universitaria’, è l’ente che attua gli interventi per il diritto allo studio universitario: borse di studio, generiche o riservate ai diversamente abili, agli stranieri provenienti da paesi extracomunitari particolarmente poveri, ai rifugiati politici aventi diritto alla protezione internazionale, ai figli di emigrati siciliani all’estero, agli orfani di vittime di mafia, alle vittime di usura, ai residenti nelle isole minori siciliane, agli orfani che dimostrano di essere ospiti o essere stati ospiti in una struttura d’accoglienza, pubblica o privata.

Sono previsti anche altri contributi economici per mobilità internazionale, per cause eccezionali, per laureati: sussidi straordinari, servizi abitativi generici e straordinari.

Ancora, sono previsti servizi rivolti alla generalità degli studenti: servizi di ristorazione, con pasti presso le mense universitarie, e culturali, con contributi monetari per l’acquisto di abbonamenti ai teatri o per la partecipazione a corsi di lingue straniere.

Il bando di concorso per l’attribuzione di borse e servizi per diritto allo studio universitario è pubblicato annualmente, generalmente nel mese di luglio, prima dell’inizio dell’anno accademico.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x