Canicattì, default a un passo, futuro in mano al Consiglio - QdS

Canicattì, default a un passo, futuro in mano al Consiglio

redazione

Canicattì, default a un passo, futuro in mano al Consiglio

mercoledì 06 Aprile 2022 - 09:59

Nei giorni scorsi la prima discussione propedeutica alla sempre più probabile dichiarazione di dissesto. Si attendono entro la giornata di domani ulteriori chiarimenti da parte dei Revisori dei conti

CANICATTÌ (AG) – Il Consiglio comunale è al lavoro sulla dichiarazione di dissesto finanziario. La discussione di questo atto, così importante per il futuro dell’Ente, è avvenuta alla presenza di quasi tutti i consiglieri comunali (un solo assente) e tra gli scranni, oltre al sindaco Vincenzo Corbo e al vice sindaco e assessore al Bilancio, Patrizia Bennici, era presente anche il resto della Giunta comunale, la dirigente alle Finanze e Tributi, Carmela Meli e il presidente dei Revisori dei conti, Calogero Sclafani.

In occasione della seduta, il presidente del Consiglio comunale, Domenico Licata, ha calendarizzato gli interventi sia dei tecnici, sia dell’Amministrazione che del presidente della I Commissione consiliare permanente (competente in materia), Marcello Cipollina. A essi hanno poi fatto seguito tutti i rappresentanti delle varie forze politiche che costituiscono il Civico consesso.

Dopo la spiegazione delle cause che hanno portato l’Ente a questa che sembra una irrecuperabile sofferenza finanziaria (mancati introiti dei tributi a fronte di un aumento degli accertamenti, tagli delle erogazioni statali e regionali, crisi economica epocale causata dall’emergenza Covid, ecc…) sono state espresse da diverse parti alcune perplessità sia sull’iter della procedura, puntualmente chiarite dal segretario generale, Cinzia Chirieleison, che sui contenuti.

Diversi consiglieri comunali, consapevoli della delicatezza dell’argomento hanno fatto rilevare delle “carenze di dati” nella relazione prodotta dal Collegio dei revisori dei conti e, pertanto, hanno chiesto un’integrazione alla stessa e qualche giorno di tempo per prendere visione di tutte le criticità che il complesso quadro economico presenta.

Facendosi portavoce delle titubanze emerse, al fine di ricevere maggiori elementi di valutazione, il Presidente del Consiglio comunale ha proposto di chiedere all’Organo di controllo un’integrazione al punto 3 della relazione. L’iniziativa è stata approvata dall’Aula con 17 voti favorevoli. Il Collegio dovrà soddisfare entro domani (7 aprile) la richiesta del Consiglio Comunale.

I lavori dell’Assemblea cittadina, in ogni caso, sono stati aggiornati a mercoledì 20 aprile con un occhio particolarmente attento a concludere tutti gli adempimenti della procedura entro e non oltre il 27 aprile, data di scadenza perentoria fissata dal commissario ad acta, Giovanni Cocco.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001