Corso Martiri, ex assessore: “Si rischia un nuovo stallo” - QdS

Corso Martiri, ex assessore: “Si rischia un nuovo stallo”

Tanteri Melania

Corso Martiri, ex assessore: “Si rischia un nuovo stallo”

giovedì 13 Gennaio 2022 - 09:41

Per Di Salvo, delegato all’Urbanistica nella Giunta Bianco, il bando per il parcheggio è stato prima “congelato e poi modificato” e ciò avrebbe portato ai ricorsi

CATANIA – Il rischio è che si perda altro tempo. Ancora dopo il mezzo secolo di attesa. Occorre infatti procedere alla pubblicazione di un nuovo bando per la realizzazione del parcheggio in piazza della Repubblica, secondo step degli oneri di urbanizzazione per il nuovo Corso Martiri della Libertà, la cui gara è stata annullata dal Tar in seguito a un ricorso presentato dall’Ance. Nonostante le rassicurazioni del sindaco Pogliese e dell’assessore ai Lavori Pubblici, Enrico Trantino, di procedere in fretta alla pubblicazione di un nuovo bando, la paura è che si perdano altri preziosi anni. Ne è convinto Salvo Di Salvo, consigliere comunale ed ex assessore all’Urbanistica della giunta guidata da Enzo Bianco.

“Dopo 50 anni siamo ancora nella fase embrionale del risanamento di San Berillo – dice. La precedente amministrazione, di cui mi onoro di aver fatto parte con la responsabilità della delega all’Urbanistica, aveva dato un’accelerata al processo di risanamento, definendo alcuni procedimenti importanti per le opere di urbanizzazione. La conferenza dei servizi aveva definito, in accordo con la Prefettura, il bando per la realizzazione del parcheggio in piazza della Repubblica. Era pronto e già definito con il parere anche del Collegio di difesa – tuona Di Salvo secondo cui, “il bando è stato congelato per un po’ di tempo per poi essere modificato in parte”, cosa che avrebbe portato alle rimostranze dell’Ance e al successivo ricorso al Tar. Oggi anche gli abitanti vogliono risposte e io credo che tutta la città le voglia – sottolinea il consigliere”.

Il Comitato dei residenti di Corso Sicilia ha infatti inviato alla Commissione parlamentare regionale Antimafia, all’Anac, alla Procura della Repubblica presso la Corte dei Conti, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Catania, al Ministero dell’Interno un esposto relativo alla vicenda che ha visto l’annullamento dell’intera procedura per la realizzazione del parcheggio in Piazza della Repubblica. Tra i punti dell’esposto presentato c’è infatti proprio le modifiche apportate al bando che era stato predisposto. Il rischio è perdere ulteriore tempo, per Di Salvo, cosa che potrebbe avere conseguenze anche sulla posizione dei privati. “Rischiamo che questi procedimenti siano in stallo per ulteriori mesi e che la pubblicazione del nuovo bando e l’eventuale aggiudicazione, ci farebbe perdere troppo tempo”.

Non la pensa così l’assessore Trantino che, all’indomani della sentenza del Tar, aveva assicurato: “Quanto accaduto non dovrebbe comportare ritardi, considerato che eravamo in fase di controllo delle offerte anomale, la cui verifica non si sarebbe potuta esaurire in tempi brevi, anche in ragione della scure della interdittiva antimafia abbattutasi nel frattempo sull’impresa che aveva offerto il maggior ribasso”.

Il Consiglio comunale comunque vuole vederci chiaro: il gruppo del Movimento 5 Stelle ha depositato una richiesta per una seduta straordinaria in cui discutere la questione. “È importante – conclude Di Salvo – che in quell’occasione i contenuti del possano mettere in condizione il sindaco e i profili amministrativi di dare le dovute spiegazioni alla città”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684