"C'è Posta per Te" a Palermo, figlia chiede perdono al padre ma... - QdS

“C’è Posta per Te” a Palermo, figlia chiede perdono al padre ma…

web-la

“C’è Posta per Te” a Palermo, figlia chiede perdono al padre ma…

web-la |
sabato 15 Gennaio 2022 - 23:08

Una giovane ragazza di Palermo, infatti, ha mandato a chiamare il padre, di origine egiziana, che non vede e non sente da 12 anni

Anche nella puntata odierna di “C’è posta per te, il fortunato programma televisivo del sabato sera invernale di Canale 5, arriva una storia tutta siciliana.

Una giovane ragazza di Palermo, infatti, ha mandato a chiamare il padre, di origine egiziana, che non vede e non sente da 12 anni.

Secondo quest’ultimo, infatti, la figlia anzi la “signorina” ,come la definisce egli stesso, è colpevole del fatto di essere rimasta incinta prima del matrimonio, andando così contro il Corano e contro la religione.

Maria De Filippi, conduttrice del programma, ha tentato più volte di far cambiare idea all’uomo, elencando anche alcuni passi del libro sacro, ma senza riuscire.

Nonostante tutto il pubblico fosse contro la decisione dell’uomo,  che in un primo momento aveva provato a sfidare qualcuno che la pensasse come lui, alla fine della storia non si riesce a trovare un punto d’incontro con il padre che decide di chiudere la busta e rifiutare le foto della figlia e delle proprie nipoti.

Antonio Licitra

Tag:

Un commento

  1. Mario Strano ha detto:

    Tristezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684