Cellulari vietati in classe, Valditara: "A scuola non si chatta" - QdS

Cellulari vietati in classe, l’annuncio del ministro Valditara: “A scuola non si va per chattare”

lamantia

Cellulari vietati in classe, l’annuncio del ministro Valditara: “A scuola non si va per chattare”

Redazione  |
giovedì 24 Novembre 2022 - 08:26

Linea dura del governo Meloni: "Non si deve consentire l'uso degli smartphone tra i banchi, vanno lasciati all'ingresso per evitare distrazioni".

Niente cellulari a scuola. Il ministro dell’Istruzione e del merito Giuseppe Valditara ha annunciato la proposta del governo intervistato da Monica Setta nel programma il Confronto in onda su rai italia nel mondo e su rai due il sabato alle 6.30.

Cellulari a scuola, cosa prevede la proposta del ministro

Il ministro ha detto: “Via i cellulari dalle classi nelle ore di lezione”. La proposta, ha spiegato, va nella direzione di garantire a studenti e un docenti un tempo di studio in classe senza distrazioni.

Valditara si fa dunque interprete della linea dura del governo e della necessità di disciplina tra i banchi. Il ministro leghista ha fatto sapere che punta ad istituire il gruppo di lavoro per l’Autorevolezza e il Rispetto, ovvero un team di esperti che dovrà “mettere a punto misure per valorizzare l’autorevolezza degli insegnanti, garantire il rispetto dei medesimi, dei compagni e dei beni pubblici da parte degli studenti”.

Tra le misure che vorrà attuare c’è anche quella relativa ai lavori socialmente utili per studenti violenti. “Bisogna tornare al merito ed in questa chiave la Grande alleanza che propongo anche ad imprese e sindacati sarà un metodo essenziale per superare pure il gap competitivo di cui soffre l’istruzione tecnico professionale italiana rispetto ad altri paesi internazionali”.

Ma, secondo il ministro, la commissione dovrà risolvere il problema dell’uso degli smartphone in classe, che secondo lui comporta scarsa attenzione durante le lezioni, ma anche cyberbullismo ed esaltazione della violenza. “Io dico che non si deve entrare in classe con il cellulare. Lo si può lasciare all’ingresso o comunque fuori dalla lezione: a scuola si va per studiare non per chattare”, ha detto il ministro. Il divieto, dunque, potrebbe essere in vigore già nelle prossime settimane.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001