Palermo, cimitero Rotoli, sepolture low cost per ridurre l’emergenza - QdS

Palermo, cimitero Rotoli, sepolture low cost per ridurre l’emergenza

web-j

Palermo, cimitero Rotoli, sepolture low cost per ridurre l’emergenza

web-j |
giovedì 09 Settembre 2021 - 18:24

Ecco l'ultima delibera della giunta Orlando, approvata nell'ambito dell'emergenza sepolture. Sono 189 i loculi sottoterra costruiti e attualmente disponibili al prezzo simbolico di 300 euro

In applicazione di una ordinanza sindacale dello scorso agosto, oggi pomeriggio la Giunta comunale di Palermo ha approvato una delibera che fissa in 300 euro il costo di ognuno dei 189 loculi ipogei al cimitero dei Rotoli. “Si tratta – ha detto il sindaco Orlando – di un provvedimento inserito nel cronoprogramma degli interventi fissati per il superamento dell’emergenza di salme a deposito al cimitero dei Rotoli.

Ovviamente si tratta di un prezzo più che simbolico che però ci consentirà di offrire una risposta alle famiglie più indigenti e a quelle che hanno optato per l’inumazione che però al momento non è possibile a causa della carenza di adeguati spazi alternativi”.

“Gli uffici comunali contatteranno le famiglie in rigoroso ordine cronologico – aggiunge l’assessore Toni Sala – e offriranno loro questa possibilità a un prezzo finale che è di poco superiore a quello della semplice inumazione”.

“Le salme – spiega l’assessore Sala – saranno poste all’interno dei loculi ipogei prefabbricati che, a loro volta, saranno interrati con l’uso di piccoli escavatori. Si tratta di una misura straordinaria ma necessaria che rende operativo un altro punto del cronoprogramma predisposto dall’amministrazione.

La concessione sarà trentennale e il costo comprenderà anche l’acquisto dei materiali necessari. Ci auguriamo che le famiglie contattate aderiscano, così da consentire di ridurre significativamente il numero di salme a deposito. Rinnoviamo l’appello perché le famiglie optino per la cremazione a costo zero e per tutte le misure messe in campo e finalizzate a uscire dall’emergenza”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684