Comune Taormina e Regione insieme per nuova rotta TaoArte - QdS

Comune Taormina e Regione insieme per nuova rotta TaoArte

Massimo Mobilia

Comune Taormina e Regione insieme per nuova rotta TaoArte

martedì 24 Dicembre 2019 - 00:01
Comune Taormina e Regione insieme per nuova rotta TaoArte

In occasione delle festività natalizie gli spettacoli proposti faranno tappa anche a Palermo. Iniziative di fine anno preludio alla prossima kermesse estiva, già in corso di definizione

TAORMINA (ME) – Le festività natalizie stanno mostrando il nuovo volto di TaorminaArte, nella veste di Fondazione ormai avviata e certificata, con un cartellone di eventi che rispecchia il rinnovato duopolio tra Comune di Taormina e Regione siciliana. Per la prima volta, infatti, gli spettacoli proposti – iniziati sabato e in programma fino alla vigilia di Capodanno – oltre a servirsi dei siti taorminesi (Casa del Cinema, Teatro Odeon e Teatro Antico), faranno tappa a Palermo, con proiezioni cinematografiche e musica dal vivo al Teatro Spasimo e al Real Teatro di Santa Cecilia.

Un progetto promosso dall’assessorato regionale al Turismo, finanziato dal bando per “la valorizzazione delle eccellenze artistiche e dei siti di interesse culturale, volto alla destagionalizzazione del calendario turistico”. Una scelta di campo, che rispecchia il nuovo corso di TaoArte, che vede dunque al vertice il Comune e la Regione, mettendo fuori gioco la città di Messina.

Ma è davvero finita per il terzo componente dell’ormai passato Comitato gestore? A guardare da quanto successo a Palazzo Zanca sembrerebbe proprio di no. Appena il 3 dicembre scorso, infatti, il Consiglio comunale di Messina ha bocciato la delibera proposta dalla Giunta del sindaco, Cateno De Luca, che avrebbe sancito l’uscita da TaorminaArte, rimettendo tutto in discussione. Mentre la posizione della Provincia – oggi Città Metropolitana – è ormai chiara, perché scaturita da un provvedimento unilaterale firmato dal sindaco metropolitano, che aveva escluso l’ingresso nella nuova fondazione, per la parte municipale era necessario, invece, il passaggio in Consiglio comunale. Nonostante le intenzioni dell’Amministrazione De Luca di non contribuire più al sodalizio, visto come oggetto di spreco pubblico per la città di Messina (che vi partecipava con 120mila euro l’anno), la posizione peloritana è tornata così in gioco, proprio nel momento in cui gli altri enti proseguono a braccetto nell’opera riformatrice.

Dopo aver chiuso in bellezza la scorsa stagione estiva, aver portato avanti il progetto autunnale al Teatro Odeon – ristrutturato dalla Regione – e messo in piedi il Museo del Cinema all’ex Pretura (sede taorminese di TaoArte), gli eventi natalizi di questi giorni sono, infatti, il preludio alla prossima kermesse estiva, su cui Comune e assessorato regionale stanno già lavorando. Con importanti novità. Per venire incontro alle richieste di Palazzo dei Giurati, per snellire ancor più il carico di spettacoli al Teatro Antico nel mese di agosto, periodo di maggior afflusso turistico, la Regione avrebbe ridotto le concessioni ad appena un terzo del mese, ovvero non più di dieci spettacoli. Un ulteriore successo per il sindaco, Mario Bolognari, che sin dal suo insediamento, nel 2018, aveva avviato uno scambio di corrispondenza con il governatore, Nello Musumeci e gli altri vertici regionali, manifestando la sofferenza della città di Taormina, “saccheggiata” negli anni da innumerevoli mega concerti che, oltre a non essere consoni alla location, non lasciano nulla di buono in paese.

Si punta a una clientela culturale e artistica che non crei problemi di traffico, sicurezza e disturbo, come sperimentato per esempio la scorsa stagione nelle serate di Andrea Bocelli. Niente forzature e facili successi di pubblico è quindi il focus dell’Amministrazione, che avrà accanto la collaborazione del Parco archeologico di Naxos, nell’espletamento dei servizi di biglietteria per conto del Comune. Non solo. Avendo a disposizione più giorni liberi da spettacoli, grazie alla nuova e avveniristica illuminazione, la direttrice del Parco, Gabriella Tigano, ha già garantito che il Teatro Antico verrà aperto ai turisti anche la sera. Già confermata, infine, la prossima edizione della Rassegna cinematografica, che si terrà dal 28 giugno al 4 luglio, sotto la gestione di Videobank, aggiudicataria del bando regionale fino al 2022.

Twitter: @MassimoMobilia

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684