Controlli in locali movida a Palermo, sanzioni per 25mila euro - QdS

Controlli in locali movida a Palermo, sanzioni per 25mila euro

web-j

Controlli in locali movida a Palermo, sanzioni per 25mila euro

web-j |
sabato 05 Marzo 2022 - 15:57

Sono state riscontrate, infatti, violazioni alle linee guida sul rispetto della normativa anticovid, sanzionati dipendenti per mancato uso della mascherina e alcuni clienti trovati a consumare ai tavoli privi del green pass

Sanzioni per circa 25mila euro e attività commerciali sospese. Questo il bilancio dei controlli disposti dal questore di Palermo, Leopoldo Laricchia, nelle zone della movida cittadina con un intervento interforze realizzato dai poliziotti del commissariato ‘Oreto-stazione’, dal Nas, dalla Guardia di finanza e dal dipartimento prevenzione dell’Azienda sanitaria provinciale. I controlli hanno riguardato la zona del Cassaro e della Magione, tornate a essere, dopo un rallentamento dovuto alla pandemia, punto di riferimento per il divertimento in città. Per quattro locali di via Cassari è stata disposta la chiusura per cinque giorni.

Violate linee guida anti-Covid

Sono state riscontrate, infatti, violazioni alle linee guida sul rispetto della normativa anticovid, sanzionati dipendenti per mancato uso della mascherina e alcuni clienti trovati a consumare ai tavoli privi del green pass. In due dei locali, sottoposti a controllo, sono stati trovati dipendenti senza un regolare contratto di lavoro, motivo per cui sono state comminate sanzioni per 3.600 euro. Anche in due dei locali nella zona di piazza Magione sono state registrate irregolarità in ordine alla somministrazione di alimenti e bevande. Complessivamente le forze dell’ordine e il personale dell’Asp hanno elevato sanzioni per circa 25.000 euro, contestando carenze igienico sanitarie, mancato possesso della Scia per la somministrazione di alimenti e bevande in ambiente esterno, l’occupazione abusiva del suolo pubblico, con l’intimazione all’immediato ripristino dello stato dei luoghi. I controlli proseguiranno nelle prossime settimane.   

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684