Corse clandestine cavalli, Enpa Catania sarà parte civile - QdS

Corse clandestine cavalli, Enpa Catania sarà parte civile

Web-al

Corse clandestine cavalli, Enpa Catania sarà parte civile

Web-al |
venerdì 09 Luglio 2021 - 17:48

“Ancora un episodio legato alle corse clandestine in Sicilia. Tre storiche scuderie clandestine di cavalli di Catania, la ‘Ianuzzo’ e ‘Teste i lignu’ del rione San Cristoforo e ‘Facci i cani’ di Picanello e le loro stalle sono state sequestrate dalla polizia su disposizione del Gip. Assieme a queste, 10 cavalli, box e un cane con le orecchie mutilate, 39 calessi, un ingente quantitativo di medicinali privo di prescrizioni veterinarie e altro materiale notoriamente utilizzato per allestire i calessi da corsa”.

L’Ente Nazionale Protezione Animali ha già dato mandato al suo avvocato, Claudia Ricci, di procedere alla denuncia e si costituirà parte civile in caso di processo.

“Ringraziamo ancora una volta – afferma Carla Rocchi, Presidente nazionale Enpa – il prezioso operato delle Forze dell’Ordine che hanno portato alla luce una realtà di sfruttamento e maltrattamento di animali che, soprattutto in Sicilia è sempre presente. Persino il lockdown non era stato in grado di fermare le corse clandestine lo scorso anno a Palermo.

L’Enpa sta seguendo attualmente quattro procedimenti che riguardano le corse clandestine: tre in Sicilia e uno nel Lazio. E continuerà a seguire i risvolti della vicenda con attenzione pronta a mettere in campo tutti i mezzi a disposizione per combattere episodi di sfruttamento come questo”.

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684