Covid, “Freedom day” in Uk, stop alle restrizioni, ecco le regole - QdS

Covid, “Freedom day” in Uk, stop alle restrizioni, ecco le regole

web-mp

Covid, “Freedom day” in Uk, stop alle restrizioni, ecco le regole

web-mp |
lunedì 19 Luglio 2021 - 08:05

In Uk gli esperti invitano a indossare comunque la mascherina e prevedono che si possano registrate fino a 200mila casi al giorno

E’ scattato il Freedom day in Gran Bretagna, dove sono state revocate quasi tutte le restrizioni imposte per contenere la diffusione del coronavirus, tra cui il rispetto del distanziamento sociale e l’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi.

Stop alle restrizioni in Uk, gli esperti temono “200 mila casi al giorno”. Il premier Johnson in autoisolamento

Con gli esperti che invitano a indossare comunque la mascherina e il timore che si possano registrate fino a 200mila casi al giorno, la Gran Bretagna entra in questa nuova fase con il ministro della Salute Matt Hancock positivo al Covid-19 e con il premier Boris Johnson costretto ad autoisolarsi per contatto stretto con un contagiato. Di qui l’appello di Johnson a essere ”cauti”.

Freedom Day in uK, sui social è polemica

Sui social non sono mancati i post sarcastici del medici del servizio sanitario nazionale.

Una dottoressa ha scritto su Twitter di una grande festa a mezzanotte nelle terapie intensive per celebrare la fine del Covid-19 grazie al Freedom Day. Il post è stato accompagnato da una sua foto in ospedale, pronta ad accogliere nuovi contagiati.

Qualcun altro, sempre sui social, ha parlato di iniziativa ”criminale”. E c’è chi parla di giorno della ”resa” invece che di libertà.

Freedom Day in Uk, in cosa consiste davvero lo stop alle restrizioni?

“Freedom” significa libertà e in un certo senso l’Inghilterra è libera dalle restrizioni imposte da oltre un anno ormai a causa della pandemia da Covid-19. Innanzitutto eliminato l’obbligo di mascherina al chiuso e il distanziamento. Niente quarantena per i totalmente vaccinati che rientrano da determinati Paesi tra cui l’Italia. Poi, il via libera ad attività come i locali notturni, l’allentamento di ciò che rimane delle limitazioni per cinema, teatri, eventi pubblici, matrimoni o funerali.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684