L’ad Conad, “aspettativa non retribuita per i lavoratori senza vaccino”, è polemica - QdS

L’ad Conad, “aspettativa non retribuita per i lavoratori senza vaccino”, è polemica

Web-mp

L’ad Conad, “aspettativa non retribuita per i lavoratori senza vaccino”, è polemica

Web-mp |
mercoledì 08 Settembre 2021 - 08:40

Pugliese ribadisce: "Sono molto d’accordo col Green Pass. E’ inconcepibile che i miei lavoratori non debbano averlo". Gruppi di no-vax sono arrivati persino a invitare a boicottare i supermercati

“Sono molto d’accordo con il Green pass: non capisco per quale motivo io che sono vaccinato devo avere questa attenzione e poi devo invece correre il rischio di andare in un supermercato col dipendente che può non essere vaccinato. Se non si vogliono vaccinare credo che la via più giusta sia quella di andare in aspettativa non retribuita».

A dirlo è l’amministratore delegato di Conad, Francesco Pugliese, già top manager Yomo e Barilla, nel corso della trasmissione di Rete 4 Quarta Repubblica.

E incalzato dal presentatore Nicola Porro, l’ad Conad ribadisce: “Sono molto d’accordo col Green Pass. E’ inconcepibile che i miei lavoratori non debbano averlo. La mia libertà finisce dove inizia quella sua. Non capisco perché io che sono vaccinato ho dovuto fare il tampone per venire in trasmissione, devo avere queste attenzioni e poi corro il rischio di andare al supermercato e trovare il dipendente che al contrario non è vaccinato”.

E ancora riguardo i suoi dipendenti in tutta Italia, Sicilia compresa: “Se non si vogliono vaccinare, credo che la via più giusta sia quella di andare in aspettativa non retribuita”.

Cosa è successo? Il finimondo sui social. E in particolare, su Twitter è esplosa la bufera dei gruppi di attivisti no-vax sono arrivati persino a invitare a boicottare la catena di supermercati.

La proposta shock di Pugliese non ha sconvolto e fatto arrabbiare, i suoi dipendenti e i no vax, anche i sindacati, impegnati in questi giorni in una complessa trattativa che riguarda tantissimi aspetti legati al complicato rapporto fra mondo del lavoro e applicazione del Green Pass.

Si perché, tra le proposte del Governo, ci sarebbe quella di includere i commessi dei supermercati fra le categorie da vaccinare prioritariamente.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684