Eniscuola 2018-2019: così i ragazzi imparano a crescere - QdS

Eniscuola 2018-2019: così i ragazzi imparano a crescere

redazione

Eniscuola 2018-2019: così i ragazzi imparano a crescere

sabato 27 Luglio 2019 - 03:00
Eniscuola 2018-2019: così  i ragazzi imparano a crescere

“Da “aMare il Mare” a “Insieme funziona!” passando per “QdS in classe”. Grandi risultati nel contrasto all’abbandono scolastico passato dal 48 al 3%

GELA (CL) – Diversi i progetti realizzati per l’anno scolastico 2018/2019 nell’ambito di Eniscuola. Li passiamo in rassegna di seguito.

Abbandono scolastico

Progetto avviato nel 2016, presso l’Istituto professionale Ettore Majorana di Gela, volto a contrastare l’abbandono scolastico, fenomeno particolarmente rilevante a Gela dove, in alcuni istituti, si sono toccate percentuali vicine al 50%. L’iniziativa utilizza elementi i innovazione didattica al fine di ottenere un ambiente più stimolante e coinvolgente per far partecipare più attivamente gli alunni. I risultati conseguiti in tre anni di sperimentazione sono andati al di là delle aspettative con il tasso di abbandono che dal 48% è crollato al 3% nell’anno scolastico in corso. Dall’inizio del progetto ad oggi sono state istallate 14 aule didattiche digitali e sono stati consegnati 280 iPad.

aMare il Mare

Iniziativa scolastica triennale, avviata nell’ottobre 2017, che coinvolge 29 studenti della Scuola Secondaria di Primo Grado “E. Romagnoli” di Gela. Il progetto nato con lo scopo di far acquisire agli studenti maggiore consapevolezza circa il ruolo ricoperto dal mare nella storia di popoli e nazioni, scoprendone il valore sul piano ambientale, socioeconomico e culturale.
Il corso intende offrire risorse didattiche diversificate, adeguate e calibrate sulle esigenze stilistiche e psicopedagogiche del target di destinazione, in modo da suscitare un processo di interiorizzazione effettivo ed efficace che, nell’arco di tre annualità scolastiche, verterà su:

• Biologia marina
• Archeologia marina
• Rotte di navigazione (e storia della navigazione)
• Energia (ricerca del petrolio in mare e il suo trasporto)
• Migrazioni
• Pesca sostenibile e rotte di migrazione dei pesci

Aquatic Life Lab

Progetto finanziato dalla Comunità europea e incentrato sull’approfondimento della biodiversità marina nel Mediterraneo. Per analizzare adeguatamente l’ambiente marino del Mediterraneo, sono stati selezionati come partner quattro istituti d’istruzione secondaria superiore che si affacciano opportunamente su diverse località marine: Ravenna e Gela per l’Italia – con i Licei Oriani di Ravenna e Vittorini di Gela – ma anche Cipro e Croazia – con gli istituti Apostolon Petrou & Pavlou di Limassol e V. Gimnazija di Zagabria – per un totale di 160 studenti. L’obiettivo è quello di sviluppare e sperimentare un approccio di apprendimento innovativo utilizzando le tecnologie digitali. Determinante è la dimensione internazionale e tecnologica, che contribuirà a sviluppare competenze linguistiche e digitali di indiscussa utilità per l’inserimento nel mondo del lavoro.
Il carattere scientifico altamente qualificato è dato dal coinvolgimento di partner specializzati nella didattica marina, come la Fondazione Cetacea e il Blue World Institute.
Per i gruppi di lavoro che produrranno i migliori elaborati è prevista, al termine del progetto, un’attività transnazionale di apprendimento, insegnamento e formazione estremamente affascinante: la partecipazione ad una spedizione di una settimana in Adriatico organizzata dal Blue World Institute, per conoscere ed approfondire da vicino le tematiche studiate.

QdS in classe

Progetto nato dalla collaborazione tra Eni e Quotidiano di Sicilia, con l’obiettivo di fornire i “rudimenti” per l’impostazione e la scrittura di un buon articolo di giornale. Nell’anno scolastico in corso, l’iniziativa ha coinvolto circa 300 maturandi delle scuole di secondo grado delle Province di Agrigento, Caltanissetta, Catania e Ragusa. Da ottobre 2018 a giugno 2019 sono state pubblicate 8 edizioni, 16 pagine, per un totale di 37 articoli inerenti i temi dell’energia, dell’ambiente e del mondo digitale.

Tour didattici siciliani

Progetto dedicato a circa 140 studenti delle scuole secondarie di secondo grado d’Italia e finalizzato all’acquisizione di competenze in ambito energetico, attraverso l’osservazione diretta e la partecipazione ad attività didattiche, il tutto abbinato alla conoscenza del patrimonio culturale, storico e paesaggistico siciliano. Un percorso che promuove la valorizzazione della scuola intesa come comunità aperta al territorio e considera l’approfondimento di temi ambientali come attività extracurricolare da potenziare.

Insieme Funziona!

Il percorso didattico, nato con l’obiettivo di sensibilizzare gli studenti su tematiche sociali e di attualità quali razzismo, bullismo, gender gap e disabilità, è iniziato a ottobre 2018 e si è concluso a maggio 2019. L’iniziativa ha coinvolto circa 140 bambini di quarta elementare in cinque scuole d’Italia. Ogni territorio si è focalizzato su un fenomeno sociale specifico e, dopo una prima fase di testimonianze, è entrato nel vivo con la realizzazione di tre diversi prodotti: un romanzo collettivo, un prototipo meccanico e un’animazione digitale. Un percorso di condivisione e collaborazione a distanza che si è concluso con un viaggio a Roma, durante il quale le classi hanno avuto la possibilità di condividere le loro esperienze.

Q20

L’iniziativa si propone di avvicinare i giovani all’arte contemporanea, con l’obiettivo di coinvolgerli e farli esprimere su linguaggi e registri contemporanei dell’arte. Un progetto che stimola lo studio e il confronto attraverso il format DEBATE.
La competizione vedrà protagonisti i ragazzi, tra i 14 e i 19 anni, di alcuni licei italiani (Gela, Roma, San Donato Milanese e Viggiano) e 4 High School (Abu Dhabi, Cipro e Ghana) che si sfideranno in lingua inglese su tematiche prestabilite che riguardano il mondo dell’arte contemporanea, a seguito di un percorso di approfondimento e preparazione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684