Enna, nuovi alberi messi a dimora per migliorare il verde urbano - QdS

Enna, nuovi alberi messi a dimora per migliorare il verde urbano

Elisa Saccullo

Enna, nuovi alberi messi a dimora per migliorare il verde urbano

mercoledì 20 Aprile 2022 - 08:36

Iniziativa del Comune in applicazione della Legge 10/2013 che prevede la piantumazione di un essenza per ogni bambino nato sul territorio. Anche così si migliora la qualità della vita per i cittadini

ENNA – Nel capoluogo ennese si applica la norma che fin dal 2013 prevede, per ogni bambino o bambina che vengono al mondo, la piantumazione di un albero. L’adempimento è stabilito dalla Legge numero 10 del 2013.

Nei giorni scorsi, il sindaco Maurizio Dipietro ha partecipato alla messa a dimora di essenze arboree nei i terreni comunali di contrada Piano dei Mondelli, all’interno della Riserva Speciale del Lago di Pergusa. La manifestazione è stata promossa da Legambiente Enna Circolo degli Erei, nell’ambito della “Festa dell’albero” e rientra tra le attività che la città di Enna attua per arricchire il bilancio arboreo annuale.

Le piante fruttifere geno-fenotipicamente caratterizzanti il territorio siciliano piantumate sono state meli, azzeruoli, nespoli, frassini, ciliegi, amarene, peri e susine. Gli alberi sono stati donati dal Distretto provinciale del Lion Club, dalla classe IV sezione C dell’Istituto comprensivo De Amicis di Enna e da diversi cittadini e dalle famiglie di due bambine nate nel 2011.

Alla piantumazione hanno preso parte gli studenti del De Amicis, i genitori, il presidente di Legambiente Enna, Franz Scavuzzo, il dirigente regionale di Legambiente, Giuseppe Maria Amato, e, oltre al sindaco, l’assessore all’Agricoltura del Comune, Salvatore Sanfilippo insieme alla responsabile del Servizio Agricoltura Carmelinda Pane e all’ingegnere capo dell’Ufficio tecnico Salvatore Reitano. A partecipare, anche EcoEnnaServizi, che ha supportato il costo della pulitura e della preparazione del terreno.

“Questi alberi – ha sottolineato il primo cittadino – sono in mani sicure e noi ce ne prenderemo cura per farli crescere forti, grazie anche al vostro sostegno”.

Nell’era della transizione ecologica, se ciascun Ente mettesse in pratica quanto previsto dalla legge 10/2013, si contribuirebbe moltissimo a ridurre la concentrazione di CO2 nell’atmosfera. Un dovere nei riguardi delle nuove generazioni, che hanno il diritto di vivere in un ambiente pulito e sano. I bambini sono la speranza per il miglioramento del mondo, anche perché con ogni bambino e bambina che nascono prendono vita anche mille possibilità per l’umanità di migliorarsi.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684