Estorsione aggravata a impresa ittica messinese: arrestato 50enne - QdS

Estorsione aggravata a impresa ittica siciliana: arrestato 50enne

webms

Estorsione aggravata a impresa ittica siciliana: arrestato 50enne

webms |
lunedì 20 Giugno 2022 - 15:41

L'indagato avrebbe ostacolato l'operaio della ditta concorrente, con sede a Messina, per creare una sorta di "monopolio" del pesce a Reggio Calabria.

La Squadra Mobile della Questura di Reggio Calabria ha arrestato un 50enne per estorsione aggravata nei confronti di un’impresa ittica messinese. A richiedere l’esecuzione dell’arresto per il 50enne, attualmente ai domiciliari, il giudice per le indagini preliminari.

La vicenda che ha portato al provvedimento risale all’aprile 2021.

Estorsione aggravata a impresa ittica messinese

Nell’aprile 2021 l’indagato, imprenditore del settore ittico, assieme a un complice non identificato, avrebbe impedito al dipendente di una ditta concorrente della provincia di Messina di scaricare il pesce in alcune pescherie cittadine. Questo lo aveva portato a creare una sorta di “monopolio” illecito nella città di Reggio Calabria.

L’arrestato e il complice, coinvolti nel caso di estorsione aggravata ai danni di un’impresa ittica messinese, avrebbero costretto l’operaio della ditta siciliana a trasferire la merce trasportata su un altro mezzo.

Dopo la denuncia sporta dalla vittima, le indagini, coordinate dalla Procura di Reggio Calabria diretta dal Procuratore Giovanni Bombardieri, sono state affidate alla Squadra Mobile. Gli agenti, dopo aver ascoltato alcuni testimoni e delle intercettazioni telefoniche, hanno raccolto elementi sufficienti a far emettere un provvedimento restrittivo.

Nel corso della fase esecutiva della misura cautelare, la Capitaneria di Porto ha proceduto a elevare all’esercizio commerciale anche una sanzione amministrativa. In più, ha sottoposto a sequestro oltre 80 chili di pesce privo di tracciabilità. Il procedimento per estorsione aggravata pende nelle fasi delle indagini preliminari.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684