Progetto per il Museo del Mare di Gela apertura entro il 2021 - QdS

Progetto per il Museo del Mare di Gela apertura entro il 2021

Liliana Blanco

Progetto per il Museo del Mare di Gela apertura entro il 2021

giovedì 19 Dicembre 2019 - 00:00
Progetto per il Museo del Mare di Gela apertura entro il 2021

Istituzioni al lavoro anche per far rientrare a Gela alcuni reperti custoditi in strutture londinesi. Il recente annuncio della Regione ha messo fine allo scontro sul destino della Nave arcaica

GELA (CL) – Franco Cassarino era già pronto a mettere in scena uno sciopero della fame contro gli Enti pubblici che intendevano usare la struttura dell’ex Convento delle Benedettine per la Nave arcaica del V secolo a.C.. Tutto però è stato stoppato dal presidente della Regione Nello Musumeci che, nella sua visita a Gela, ha annunciato di aver messo la firma sul progetto esecutivo per la realizzazione del Museo del Mare.

Una novità che ha messo fine a una polemica durata settimane in cui sono stati coinvolti studenti, intellettuali, volontari che avevano ingaggiato una vera e propria lotta civile su questo tema. Da un lato c’era l’Amministrazione comunale che, pur di tirare fuori i legni della nave dalle casse in cui giacciono da due anni avrebbe voluto utilizzare la struttura del Convento, già attiva; dall’altro c’era gran parte della città che chiedeva a gran voce il Museo del Mare.

Il presidente della Regione ha messo tutti d’accordo: “Gela – ha detto – avrà il Museo del Mare. Il progetto esecutivo è stato firmato. Adesso, se non ci sono intoppi, perché sapete che ci potrebbero essere, ci vorranno solo tre mesi e poi si comincerà a lavorare al Bosco Littorio. Se tutto va secondo la tabella di marcia potremo inaugurare entro il 2021”.

Musumeci ha anche accolto la proposta di Rosalba Panvini, sovrintendente ai Beni culturali, la quale ha proposto di chiedere i pezzi di Gela custoditi nei Musei di Londra: “Sarà accontentata – ha detto il presidente – perché questa proposta mi trova pienamente d’accordo”.

Una strategia che il territorio spera possa servire a rilanciare il settore turistico-culturale e con esso tutta l’economia della provincia.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684