Omicidio Vincenzo Trovato, il sospetto è il 30enne Gianvito Italiano - QdS

Omicidio Vincenzo Trovato, il sospetto è il 30enne Gianvito Italiano

webms

Omicidio Vincenzo Trovato, il sospetto è il 30enne Gianvito Italiano

webms |
lunedì 15 Agosto 2022 - 10:56

Un passato difficile e un ritorno in Sicilia segnato da un episodio di violenza mortale: ecco chi è Gianvito Italiano, il 30enne sospettato dell'omicidio del 22enne Vincenzo Trovato a Balestrate.

Gianvito Italiano, 30 anni, è l’indagato fermato per l’omicidio del giovane Vincenzo Trovato, accoltellato a Balestrate (in provincia di Palermo).

L’episodio che ha portato alla morte di Vincenzo Trovato, 22 anni, è avvenuto nella notte tra giovedì e venerdì scorso. Il fermo del presunto killer, invece, si è verificato poche ore dopo il decesso del 22enne e l’avvio delle indagini da parte delle autorità competenti.

Chi è Gianvito Italiano

Originario di Castelvetrano (TP) e residente a San Donato Milanese, il 30enne Gianvito Italiano era tornato alcuni giorni fa in Sicilia per trascorrere le vacanze. Ora è sospettato di aver ucciso il 22enne Vincenzo Trovato al culmine di una lite iniziata per futili motivi.

Pare che Gianvito Italiano abbia un passato abbastanza difficile. Secondo quanto reso noto da il quotidiano “Il Giorno”, il 30enne avrebbe già assistito – nel novembre 2020 – a un altro omicidio, quello dell’amico Vincenzo Favoroso (avvenuto a Castelvetrano).

Dopo quel tremendo episodio si era trasferito a San Donato Milanese assieme alla compagna. Il ritorno in Sicilia per le vacanze, però, non è stato né felice né tranquillo.

La lite e la morte di Vincenzo Trovato

Rimane da confermare la dinamica della morte violenta del 22enne Vincenzo Trovato. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, l’omicidio sarebbe avvenuto al culmine di una lite per futili motivi.

Pare che la vittima avesse fatto degli apprezzamenti alla compagna o spintonato il presunto omicida sulla pista da ballo durante una serata a Balestrate. La lite, iniziata in un lido, sarebbe degenerata presto. Vincenzo Trovato sarebbe morto per dissanguamento dopo una coltellata alla gamba, che gli avrebbe reciso l’arteria femorale.

Inutile l’intervento del personale del 118. I carabinieri proseguono le indagini, anche con l’ausilio dei filmati delle videocamere di sorveglianza e delle dichiarazioni dei testimoni. Pare che ancora non sia stata trovata l’arma del delitto.

Fonte immagine: profili social

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684