Green pass, medici famiglia: “Caccia a certificato esenzione” - QdS

Green pass, medici famiglia: “Caccia a certificato esenzione”

redazione

Green pass, medici famiglia: “Caccia a certificato esenzione”

martedì 30 Novembre 2021 - 03:00

ROMA – “Subissati di domande e richieste, spesso ai limiti dell’insistenza, per avere informazioni e ottenere l’esenzione dalla vaccinazione anti Covid”.
È la denuncia dei medici di Medicina generale della sezione napoletana della Fimmg.

“I toni – ha spiegato Corrado Calamaro – si stanno facendo sempre più accesi. Da mesi ormai, vediamo in piattaforma regionale un certo numero di pazienti che ripetono i tamponi per evitare di doversi vaccinare; quegli stessi pazienti No vax ora stanno facendo di tutto per ottenere certificazioni di esenzione. Non è concepibile che le nostre giornate debbano essere programmate anche in funzione di queste richieste assurde che costringono noi medici di famiglia a sottrarre tempo all’assistenza di pazienti che avrebbero ben più bisogno”.

In alcuni casi il diniego al certificato di esenzione ha portato a situazioni di tensione e alla ricusazione del medico. “Più ci avviciniamo al 6 dicembre, data dalla quale il tampone non sarà più un escamotage alla vaccinazione – ha concluso Calamaro – più c’è agitazione da parte di questi pazienti. Molti, sentendosi dire di no, scelgono di cambiare il proprio medico di famiglia”. Dalla Fimmg Napoli emerge anche un’altra preoccupazione, quella per la vaccinazione anti influenzale: “Troppi pazienti – ha denunciato Luigi Sparano – hanno paura di ricevere entrante le vaccinazioni. Stiamo cercando di far comprende che l’influenza rischia di essere un gravissimo rischio, oltre che un problema in vista di una nuova ondata di Covid, ancor più possibile se si dovesse diffondere la variante sudafricana”. Il rischio, se non si riuscirà a dare una svolta alla campagna anti influenzale, è che le terapie intensive vadano in grandissimo affanno a causa del combinarsi dei due virus.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684