I progetti delle macchine di Leonardo nel Palazzo Bonocore - QdS

I progetti delle macchine di Leonardo nel Palazzo Bonocore

redazione

I progetti delle macchine di Leonardo nel Palazzo Bonocore

giovedì 18 Aprile 2019 - 20:29
I progetti delle macchine di Leonardo nel Palazzo Bonocore

I meravigliosi disegni del genio italiano, compresi quelli anatomici, in esposizione fino al 29 settembre. Un omaggio per celebrare il grande artista e scienziato nel cinquecentesimo anniversario della sua morte

Ci sono la bicicletta che trae spunto da un disegno del 1493, il martello a movimento continuo, il misuratore di vento, i pesi con carrucola e la carrucola a due pesi, il paracadute, il cambio di velocità, il pistone, il cric.

In tutto una ventina di macchine di Leonardo da Vinci, riprodotte fedelmente in legno ed altri materiali, tratte dai disegni originali del grande genio italiano; modelli realizzati nel Laboratorio di Scenografia della Pusa University di Assisi.

Saranno esposte nella mostra “Leonardo da Vinci, la Ragione dei Sentimenti. Macchine, Disegni e Anatomia”, organizzata da Navigare Srl, in programma fino al 29 settembre nel Palazzo Bonocore di Palermo.

Un omaggio per celebrare il genio italiano nel cinquecentenario della sua scomparsa.

L’esposizione accoglie una sezione dedicata agli strumenti musicali, in uso nel periodo di Leonardo, curata e realizzata con la consulenza artistica di Sergio Basile e in collaborazione con la Rete Museale Regionale; una decina di strumenti creati da maestri liutai, con la presentazione in esclusiva nazionale del primo organo di Leonardo, il primo in assoluto creato in Italia, realizzato dal maestro Mario Buonoconto.

“Questa a Palermo è una testimonianza sull’uomo Leonardo – spiega il curatore Alberto D’Atanasio – e sulla sua specificità di essere uomo di scienze, ingegnere, uomo di arte, ma soprattutto uomo che amava la vita cercandone l’essenza, l’interiorità, i meccanismi, l’anima della vita e della natura pur essendo illetterato. Proponiamo un percorso in cui il visitatore veste i panni di un ricercatore che scopre e riscopre l’artista, l’uomo Leonardo, controverso, che ebbe una vita anche difficile”.

“Le macchine in mostra sono ricostruite fedelmente sui suoi progetti, macchine uniche al mondo riprodotte con gli stessi materiali e con le misure vicinissime all’originale”, spiega.
Infine, da non perdere, l’opera originale che ritrae una Madonna con il Bambino Gesù, dipinta su tavola da Marco d’Oggiono, che collaborò con Leonardo alla realizzazione della celebre “Ultima Cena” a Milano.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684