In Sicilia è record di dipendenti pubblici - QdS

In Sicilia è record di dipendenti pubblici

Serena Giovanna Grasso

In Sicilia è record di dipendenti pubblici

venerdì 13 Settembre 2019 - 03:00
In Sicilia è record di dipendenti pubblici

Impresalavoro: costituiscono il 20% degli occupati totali. Peggio solo in Calabria (21,4%) e Valle d’Aosta (21,6%). In termini quantitatiti, a livello europeo totalizziamo valori nettamente superiori a sedici dei ventotto Stati complessivi

PALERMO – In Sicilia è record di dipendenti pubblici. Secondo le indagini condotte da Impresalavoro su elaborazioni di dati Istat, Eurostat e ministero dell’Economia e delle finanze, nell’Isola un occupato su cinque è un dipendente pubblico (20%). Un’incidenza superiore rispetto a quella nostrana si osserva solo in Calabria (21,4%) e Valle d’Aosta (21,6%). In generale, in cima a questa classifica compaiono principalmente le regioni del Mezzogiorno, con un’incidenza dell’impiego pubblico di gran lunga superiore alla media nazionale (14%): infatti, a seguire troviamo Sardegna (19,4%), Basilicata (17,8%), Molise (17,5%), Puglia (17,2%) e Campania (16,9%).

A distanza ravvicinata seguono due regioni del Nord ma a Statuto speciale: Trentino Alto Adige (16,8%) e Friuli Venezia Giulia (16,5%). Mentre a chiudere la classifica ci sono Piemonte (11,9%), Emilia Romagna (11,6%), Veneto (10,5%) e Lombardia (9,3%). Se confrontiamo la situazione siciliana con le medie nazionali dei Paesi europei non ne usciamo di certo bene: infatti, ben sedici dei ventotto Stati europei presentano un’incidenza di dipendenti pubblici sugli occupati inferiore al nostro 20%. In particolare, ci collochiamo ben distanti dalla Germania (10%), Paese con l’incidenza di dipendenti pubblici in rapporto agli occupati più contenuta in Europa e pari alla metà di quella siciliana, ma anche rispetto al Lussemburgo (12%) e ai Paesi Bassi (13%).

Contrariamente a quello che si potrebbe immaginare, Paesi dell’efficiente Europa settentrionale sono caratterizzati dalle massime incidenze di dipendenti pubblici sul totale degli occupati: infatti, ai primi tre posti della classifica troviamo proprio Svezia (29%), Danimarca (28%) e Finlandia (25%).

Relativamente all’incidenza dei dipendenti pubblici sulla popolazione scendiamo al tredicesimo posto: infatti, i nostri oltre 270 mila dipendenti pubblici rappresentano il 5,4% della popolazione siciliana. Anzi, in questo parametro, ci uniformiamo alla media nazionale del 5,3%. In generale, la posizione delle regioni nella classifica sul rapporto tra dipendenti pubblici e popolazione residente, bambini ed anziani inclusi, viene scompaginata parecchio. Le regioni con la maggior concentrazione di dipendenti pubblici rispetto alla popolazione residente sono quelle a Statuto speciale, eccezion fatta per la Sicilia.

A guidare la classifica è, infatti, la Valle d’Aosta (11.826 dipendenti, pari al 9,3% dei residenti), seguita a breve passo dal Trentino Alto Adige 82.090 dipendenti, 7,7%), Friuli Venezia Giulia (83.413 dipendenti, 6,8%) e Sardegna (109.123 dipendenti, 6,6%). Al terzo posto, tra Trentino Alto Adige e Friuli Venezia Giulia, troviamo il Lazio, regione che sconta l’elevato numero di sedi istituzionali presenti a Roma (407.141 dipendenti, ovvero il 6,9% della popolazione). In fondo, si collocano regioni più popolate ed economicamente più sviluppate come Lombardia (410.923 dipendenti, 4,1%) e Veneto (223.336 dipendenti, 4,6%). Al di sotto della media nazionale troviamo anche Campania (282.048 dipendenti, 4,8%), Piemonte (216.810 dipendenti, 4,9%), Puglia (205.885 dipendenti, 5,1%) ed Emilia Romagna (228.306 dipendenti, 5,1%).

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684