Cede ghiaccio sul lago di Braies: 8 turisti in acqua, anche bimbo di 4 mesi - QdS

Cede ghiaccio sul lago di Braies: 8 turisti in acqua, anche bimbo di 4 mesi

web-mp

Cede ghiaccio sul lago di Braies: 8 turisti in acqua, anche bimbo di 4 mesi

web-mp |
martedì 19 Aprile 2022 - 08:56

La superficie ha ceduto a causa delle alte temperature. Si tratta del terzo incidente in pochi giorni. Il piccolo, sarebbe fuori pericolo di vita

Nella mattina di Pasquetta si è verificato l’incidente nelle acque gelide del lago di Braies, in Alto Adige, che ha coinvolto, in diversi momenti, sette adulti e un bambino di 4 mesi, poi trasportato d’urgenza alla clinica universitaria di Innsbruck.

E’ fuori pericolo il neonato caduto nel lago di Braies

Il piccolo, che era in vacanza Alto Adige con i genitori, residenti nel Milanese, è stato poi giudicato fuori pericolo in serata. I coinvolti sono tutti turisti italiani che erano in gita sul lago, reso celebre da una nota serie televisiva.

Cosa è successo sul lago Braies

La prima a cadere in acqua è stata la famiglia con il piccolo di 4 mesi che stava passeggiando sul ghiaccio a circa 50 metri dalla riva e successivamente un’altra persona, un albanese di 44 anni, che ha visto la scena si è gettato in acqua per aiutarli riuscendo a tirare fuori il bambino e salvandogli così la vita. Tutti sono stati poi recuperati per fortuna ancora in tempo dai soccorritori, seppure in condizioni di forte ipotermia: anche i genitori del piccolo si trovano in ospedale.

Le altre quattro persone coinvolte sono invece cadute in acqua in momenti diversi, sempre camminando sul ghiaccio. Oltre al bambino, anche un’altra persona è stata portata ad Innsbruck, mentre gli altri si trovano in tre strutture ospedaliere dell’Alto Adige.

Tre incidenti in pochi giorni

Si tratta del terzo, e più grave, incidente in due giorni sul lago di Braies: nella giornata di Pasqua i vigili del fuoco sono dovuti intervenire due volte. Nel primo caso a finire in acqua è stata una donna milanese che stava passeggiando con il cane, seguita dal marito 60enne e dalla figlia 30enne, caduti anche loro per cercare di aiutarla. Tutti e tre sono stati recuperati e portati all’ospedale di San Candido con ferite leggere e un principio di ipotermia. Altro intervento per tre giovani turisti di Udine che hanno sfondato il ghiaccio sulla sponda occidentale e sono stati salvati da alcuni passanti, rifiutando poi il ricovero in ospedale. Le forze dell’ordine provvederanno ora a delimitare l’accesso al lago.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684