Giovanni Grasso, il teatro luogo di produzione artistica e aggregazione culturale - QdS

Giovanni Grasso, il teatro luogo di produzione artistica e aggregazione culturale

Web-al

Giovanni Grasso, il teatro luogo di produzione artistica e aggregazione culturale

Web-al |
giovedì 18 Novembre 2021 - 15:00

Sulla Poltrona di Nicoletta abbiamo quest'oggi Giovanni Grasso invitato per parlarci della nuova apertura del Teatro Machiavelli dell’Università di Catania di cui è componente del Comitato di Gestione

Oggi ospite della mia “poltrona” Giovanni Grasso invitato per parlarci della nuova apertura del Teatro Machiavelli dell’Università di Catania di cui è componente del Comitato di Gestione.

La storia della famiglia Grasso

Una storia lunga secoli quella della famiglia Grasso, legata all’arte, alla musica e all’opera lirica. Il teatro fu inaugurato nel lontano 1864 dal puparo Angelo Grasso, bisnonno di Giovanni, che lo volle per dare vita a un palcoscenico nel quale potessero esibirsi attori del teatro dialettale catanese, l’opera dei pupi e “casa” del grande commediografo Nino Martoglio.

Oggi, per Giovanni Grasso essere parte del Comitato di Gestione lo considera un segno del destino e rivolge pubblicamente i ringraziamenti sia al Magnifico Rettore Francesco Priolo che al sindaco di Catania Salvo Pogliese, i quali lo hanno designato per questo incarico. Il teatro Machiavelli, come già detto, nasce per volere di Don Angelo Grasso, il quale viene anche ricordato nella Centona di Nino Martoglio, che proprio quest’anno celebra il centenario della sua morte.

Sinergia Comune-Università

Giovanni Grasso è altresì Presidente della Settima Commissione del Comune di Catania che si occupa di cultura, turismo, sport e pubblica istruzione. Una sinergia che secondo i prossimi programmi farà si che la funzione del teatro non sarà meramente destinata alla fruizione, ma soprattutto un luogo di produzione artistica e aggregazione culturale, atta a creare un’infrastruttura letteraria per la cittadinanza.

La vicinanza tra l’Università e il sindaco porterà sicuramente, attraverso i diversi laboratori, divulgazione nelle scuole sia ordinarie che secondarie.
Grasso nella sua veste di direttore d’orchestra, docente di musica classica e regista lirico, conclude immaginando per i Teatri Massimo Bellini e lo Stabile, programmi più all’avanguardia e contemporanei per dare spazio anche alle nuove forme di arte lirica.

Nicoletta Fontana

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684