All’Istituto Majorana di San Giovanni la Punta apre il Liceo Sportivo - QdS

All’Istituto Majorana di San Giovanni la Punta apre il Liceo Sportivo

Patrizia Penna

All’Istituto Majorana di San Giovanni la Punta apre il Liceo Sportivo

martedì 22 Marzo 2022 - 09:47


Prenderà il via il prossimo anno accademico con una classe di 28/30 studenti. La dirigente della scuola puntese, Carmela Maccarrone: “Sbocchi non soltanto nel campo dello sport”

Il Liceo sportivo arriva all’Istituto Ettore Majorana di San Giovanni La Punta: una buona notizia per i giovani, per la scuola, per tutta la città. Ne abbiamo parlato con Carmela Maccarrone, preside della scuola puntese.

Dottoressa Maccarrone, ci può spiegare di cosa si tratta?
“Il Liceo scientifico sportivo è una diramazione del liceo scientifico ‘tradizionale’ al pari di quello delle scienze applicate, indirizzo anch’esso istituito presso il Liceo scientifico Ettore Majorana di San Giovanni La Punta, dal recente D. A. n. 471 del 7/3/2022. Le finalità e la struttura del Liceo scientifico Sportivo sono ben descritte nel D. P. R del 5 marzo 2013, n. 52 ‘Regolamento di organizzazione dei percorsi della sezione ad indirizzo sportivo del sistema dei licei, a norma dell’articolo 3, comma 2, del decreto del Presidente della Repubblica 15 marzo 2010, n. 89’. La sezione ad indirizzo sportivo è volta all’approfondimento delle scienze motorie e sportive e di una o più discipline sportive all’interno di un quadro culturale che favorisce, in particolare, l’acquisizione delle conoscenze e dei metodi propri delle scienze matematiche, fisiche e naturali nonché dell’economia e del diritto. Guida lo studente a sviluppare le conoscenze e le abilità ed a maturare le competenze necessarie per individuare le interazioni tra le diverse forme del sapere, l’attività motoria e sportiva e la cultura propria dello sport, assicurando la padronanza dei linguaggi, delle tecniche e delle metodologie relative. In relazione agli esiti in uscita, al termine di questo percorso liceale quinquennale che comprende un ampio campo formativo fondato su un impianto culturale in cui bene si integrano le discipline umanistiche e quelle scientifiche con l’apporto di saperi privilegiati afferenti le scienze e lo sport, che motivano ulteriormente allo studio i ragazzi che hanno già consapevolezze, interessi, viva curiosità, buona predisposizione e attitudine allo studio”.

Quali sono le opportunità che offre questo indirizzo?
“Gli ‘sbocchi’ al termine del percorso liceale che lo rendono particolarmente ‘gettonato’, pur nella consapevolezza che sia un percorso liceale sfidante e impegnativo a livello psicofisico per un adolescente, non sono necessariamente nel campo esclusivo dello sport (laureati in scienze motorie, manager sportivi, giornalisti sportivi) bensì in un ambito ben più ampio che ha a che fare con la persona (medicina, scienze infermieristiche, fisioterapia, scienze dell’educazione, psicologia, bioingegneria, etc).Ciò in quanto il sostrato di vere competenze (insieme di conoscenze e abilità operative) che il piano di studi del Liceo sportivo veicola, costituisce un vasto bagaglio esperienziale, spendibile nella futura formazione professionale universitaria”.

La pandemia ha inferto un colpo durissimo all’istruzione: potenziare l’offerta scolastica è la risposta. Ma non l’unica. Quale sarà il prossimo obiettivo?
“Intanto, nel desiderio di uscire il prima possibile da questa pandemia, sarà importante consolidare entro il primo lustro di attuazione, i due nuovi indirizzi scientifici, sportivo e delle scienze applicate, integrandoli proficuamente nei percorsi di studio già presenti al Majorana che si connota e si afferma, ancor più oggi, come vero e proprio polo liceale etneo. Certamente il Majorana e tutta la sua comunità educante consente ai talenti dei suoi studenti di esprimersi al meglio in termini di elaborazione culturale e di costruzione sociale delle conoscenze e delle competenze in diversi ambiti come quelli della cultura teatrale, musicale, cinematografica, ma pure nel volontariato, dell’apprendimento delle lingue comunitarie (e a breve, con la promozione dell’apprendimento del cinese, anche extracomunitarie), tutto con azioni progettuali serventi ad arricchire e strutturare persone/studenti competenti e motivate. Tutto a scuola concorre e deve concorrere al perseguimento dell’obiettivo della formazione del cittadino, responsabile e competente (sia nel senso delle hard che delle soft skills). L’arricchimento dell’offerta formativa dà, infatti, il taglio distintivo e proprio della formazione liceale che promuove l’acquisizione di un sistema di competenze e padronanze rivolte alla persona/studente con le sue peculiarità, per sviluppare un’intelligenza sociale generativa di connessioni trasversali, che mira a formare persone dalla ‘testa ben fatta’, persone che sanno fare qualcosa con quello che sanno, al servizio della loro comunità e del mondo”.

Quando partirà il Liceo sportivo? Vi aspettate o comunque avete già avuto modo di constatare una “risposta” di entusiasmo e partecipazione da parte dei ragazzi?
“Il Liceo scientifico sportivo prenderà avvio il prossimo a.s. 2022/2023 con una classe costituita da 28/30 studenti dei quali molti sono già atleti di livello regionale e nazionale. Le ‘risposte’ in termini di entusiasmo e partecipazione da parte dei ragazzi e delle loro famiglie sono state corali, un vero e proprio tripudio, un giubilo collettivo di tutti i soggetti istituzionali, scuola in primis, e di tutte le componenti del contesto territoriale che da almeno otto anni attendevano il raggiungimento di questo importante traguardo. Un ringraziamento va dato alla buona politica sul territorio che ha avuto la capacità e la sensibilità di ascoltare i bisogni e le istanze formative espressi dai giovani in quanto i nuovi indirizzi, sportivo e delle scienze applicate, risultano effettivamente strategici ed indispensabili a soddisfare le esigenze della popolazione scolastica di tutto l’hinterland etneo che fa riferimento al Liceo Scientifico Ettore Majorana di San Giovanni La Punta”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684