Lavoro, un giovane su tre “boccia” l’istruzione perché non dà competenze - QdS

Lavoro, un giovane su tre “boccia” l’istruzione perché non dà competenze

redazione

Lavoro, un giovane su tre “boccia” l’istruzione perché non dà competenze

martedì 17 Marzo 2020 - 00:00
Lavoro, un giovane su tre “boccia” l’istruzione perché non dà competenze

Sondaggio dell’Unicef a cui hanno partecipato 40 mila individui di oltre 150 Paesi. Leadership, innovazione e pensiero analitico tra le skills che mancano

ROMA – Secondo un sondaggio online promosso dall’Unicef al quale hanno partecipato 40.000 giovani in oltre 150 paesi, molti di coloro che hanno risposto pensano che la loro attuale istruzione non stia fornendo loro strumenti adeguati al mondo del lavoro. Per un terzo (il 31%) dei giovani che hanno risposto alle domande, attraverso la piattaforma U-Report dell’Unicef, le competenze e i programmi di formazione offerti non incontrano le loro aspirazioni lavorative. Più di un terzo (il 39%) ha affermato che il lavoro che desidera non è disponibile nella propria comunità.

Secondo il sondaggio, le competenze principali che i giovani vogliono acquisire per aiutarli ad ottenere un lavoro nei prossimi 10 anni comprendono: leadership (22%), innovazione e pensiero analitico (19%) e analisi di informazioni e dati (16%). Invece, secondo un’indagine di PwC a livello globale, il 74% dei CEO nel mondo ha affermato di essere preoccupato di non trovare le giuste competenze per far crescere la sua azienda.

Per rispondere ad alcune di queste sfide, l’Unicef e Pwc nei prossimi 3 anni collaboreranno per aiutare a fornire ai giovani nel mondo le competenze di cui hanno bisogno per il loro futuro professionale. La collaborazione supporterà la ricerca sulla crescente sfida a livello globale delle competenze e svilupperà, espanderà e finanzierà programmi di istruzione e formazione in diversi paesi, fra cui India e Sud Africa. Ogni mese, 10 milioni di giovani raggiungono l’età lavorativa, molti provengono da paesi a basso e medio reddito. Secondo una ricerca globale, i giovani in questi paesi impiegano in media un anno e mezzo per raggiungere il mercato del lavoro e circa 4 anni e mezzo per trovare il primo lavoro accettabile.

La collaborazione tra Unicef e PwC supporterà la Piattaforma Reskilling Revolution del World Economic Forum, di cui entrambi sono partner fondatori. La piattaforma ha l’obiettivo di fornire lavori più qualificati, istruzione e competenze a un miliardo di persone nei prossimi 10 anni. Per maggiori informazioni: www.unicef.it.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684