Maltempo Catania, l’Amministrazione conta i danni. Villari (Pd): “Manutenzione territorio assente” - QdS

Maltempo Catania, l’Amministrazione conta i danni. Villari (Pd): “Manutenzione territorio assente”

redazione

Maltempo Catania, l’Amministrazione conta i danni. Villari (Pd): “Manutenzione territorio assente”

martedì 01 Dicembre 2020 - 00:00

CATANIA – L’amministrazione comunale rivolge un invito a segnalare, ai fini di un eventuale risarcimento, i danni imputabili esclusivamente ai fattori metereologici subiti sabato scorso a causa della violenta alluvione e della tromba d’aria che si sono abbattute sulla città di Catania.

La segnalazione dovrà essere fatta entro il prossimo 10 Dicembre 2020 alla Protezione civile comunale all’indirizzo e-mail emergenzameteo@comune.catania.it. L’Amministrazione inoltrerà le segnalazioni pervenute alla Presidenza della Giunta regionale della Sicilia per la dichiarazione dello stato di calamità.

Il Comune sottolinea che la segnalazione, che ha “scopo ricognitivo e non dispiega alcun onere in capo al Comune in merito al risarcimento dei danni”, dovrà essere corredata dalla relazione di un tecnico abilitato, con una descrizione e quantificazione presunta dei danni; dovrà inoltre recare l’eventuale indicazione di persone fisiche danneggiate e la specificazione se il bene è coperto, tutto o in parte, da responsabilità per assicurazione civile.

Per informazioni e chiarimenti i cittadini possono contattare da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13 la Protezione Civile Comunale ai numeri telefonici: 0957425109 – 0957105109 – 0957425178 – 0957105178.

Sul nubifragio è intervenuto il segretario provinciale del Partito democratico, Angelo Villari, il quale ha chiesto un riconoscimento dello stato di calamità “cospicuo e significativo”. Per Villari “appare evidente che qualcosa non ha funzionato nella macchina di prevenzione”.

“Non possiamo – aggiunge Villari – continuare ad assistere impotenti. È necessario programmare azioni di prevenzione mirati a garantire sicurezza ai cittadini ma anche la salvaguardia delle attività economiche che pagano un prezzo pesantissimo per l’incuria delle istituzioni, che diventa intollerabile nel momento di difficoltà che stiamo vivendo”. Per il segretario Pd “è abbastanza evidente che quanto avvenuto è frutto dell’assenza di manutenzione del territorio e della mancata realizzazione di quelle opere che da tempo sono state progettate”.

“Comune, Città Metropolitana, l’Irsap ed in particolare la Regione – conclude Villari – facciano qualcosa di concreto per dare il senso ai cittadini e alle imprese della loro esistenza e dimostrino, se ne sono in grado, di essere capaci di fronteggiare le emergenze e di attivare, attraverso l’azione ordinaria, quegli interventi che evitino il verificarsi di questi disastri”.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684