Il sindaco di Naro ai giovani “Siate supereroi dal divano di casa vostra” - QdS

Il sindaco di Naro ai giovani “Siate supereroi dal divano di casa vostra”

redazione

Il sindaco di Naro ai giovani “Siate supereroi dal divano di casa vostra”

giovedì 12 Marzo 2020 - 00:00
Il sindaco di Naro ai giovani “Siate supereroi dal divano di casa vostra”

L’Amministrazione comunale a sostegno dei provvedimenti del Governo contro Covid-19. Iniziative a livello locale per sensibilizzare la popolazione e arginare il Coronavirus

NARO (AG) – Con #iorestoacasa il Governo nazionale ha lanciato su tutto il territorio il Dpcm con cui il Governo Conte ha dichiarato tutta Italia Zona protetta. Pochi minuti dopo l’annuncio da parte del premier, l’hastag è stato lanciato su tutti i canali di comunicazione nazionale, con volti noti e meno noti che hanno invitato tutti, soprattutto i giovani, a rimanere nella propria abitazione per far fronte all’emergenza Coronavirus.

Riscoprire il piacere di stare in casa, di leggere, ascoltare musica o guardare un buon film. Ecco ciò che hanno chiesto le istituzioni a tutti i cittadini. Un messaggio che hanno voluto condividere anche le Amministrazioni locali e a cui non si è sottratto il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara, che in queste ore ha continuato a seguire con grande attenzione la diffusione di Covid-19 e le misure adottate per il contenimento del virus.

Il primo cittadino si è voluto rivolgere soprattutto ai giovani, molti dei quali sono arrivati dal Nord Italia proprio nei giorni scorsi, esortandoli a rimanere in casa per salvaguardare la propria salute e quella dei propri cari. Il sindaco Brandara ha affidato le proprie parole a un videomessaggio diffuso sui social network: “Quale migliore occasione per essere dei supereroi dal divano di casa?”.

“Riscopri la bellezza di leggere un libro – ha detto il sindaco – la bellezza di ascoltare musica insieme alla tua famiglia, il piacere di sfogliare un album di ricordi. Rimani in casa per preservare te stesso, la tua famiglia, i tuoi cari e soprattutto i nonni o gli zii over settanta”.

Anche a livello locale, insomma, si lavora per sensibilizzare la popolazione per arginare la crisi Coronavirus. Una volta superato questo scoglio ci si dovrà occupare di altro, a partire dalle misure per contenere una crisi economica che già inizia a fare paura quasi quanto Covid-19.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684