Mussomeli e Salemi aprono le porte a chi è scappato - QdS

Mussomeli e Salemi aprono le porte a chi è scappato

redazione

Mussomeli e Salemi aprono le porte a chi è scappato

martedì 15 Marzo 2022 - 05:30

Una decina di appartamenti, situati a Mussomeli (Cl) e Salemi (Tp), verranno offerti per la durata del permesso di soggiorno

Una decina di appartamenti, situati a Mussomeli (Cl) e Salemi (Tp), verranno offerti per la durata del permesso di soggiorno, nella forma di comodato gratuito, a donne e bambini ucraini che stanno raggiungendo il nostro Paese: è questa l’iniziativa avanzata e coordinata da Its Italy, la lifestyle company che promuove investimenti per la rigenerazione di borghi e centri storici italiani.

Nel commentare l’iniziativa, Sebastiano Missineo, portavoce di Its Italy, ha dichiarato: “In un momento di grande difficoltà come quello che stiamo vivendo, per noi è stato naturale avanzare una proposta per accogliere il maggior numero possibile di persone in difficoltà. Questo è anche nello spirito di Its Italy. Siamo nati per favorire progetti di economia circolare, partendo dalla riqualificazione degli immobili, per creare veri e propri benefici per i comuni e i loro abitanti. Con questa iniziativa vogliamo dare speranza e un aiuto concreto a chi scappa dalle zone di conflitto, affinché possa ricevere la protezione e la tranquillità tipiche dei borghi e delle comunità italiane”.Sebastiano Catania, sindaco di Mussomeli, ha continuato: “Saluto con grande soddisfazione la disponibilità messa in campo da parte di Its Itay in questo momento di grande emergenza causato dalla guerra in corso in Ucraina. È la testimonianza come la rigenerazione urbana si sposa con l’umanità, il senso di solidarietà e accoglienza che animano i nostri borghi”.

Il sindaco di Salemi, Domenico Venuti, ha aggiunto: “Accogliamo con favore iniziative come questa, che vanno nel solco dell’accoglienza. Siamo felici che la nostra città rientri in questo progetto che punta a coniugare la rigenerazione del centro storico con la solidarietà che l’Europa è chiamata a dimostrare verso il popolo ucraino. Salemi sarà felice si confermarsi ancora una volta città dell’accoglienza”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684