Nuovi parcheggi a pagamento a Regalbuto - QdS

Nuovi parcheggi a pagamento a Regalbuto

Elisa Saccullo

Nuovi parcheggi a pagamento a Regalbuto

giovedì 27 Agosto 2020 - 00:00

Più aree di sosta a disposizione degli automobilisti e maggiori introiti per le casse comunali. Sono complessivamente settanta gli stalli individuati nelle zone più trafficate del paese

REGALBUTO (EN) – Con un’apposita delibera di Giunta il Comune ha istituito nuove aree di parcheggio a pagamento per le automobili. Una scelta, quella compiuta dall’Amministrazione comunale, retta dal sindaco Francesco Bivona, presa per garantire più zone di sosta agli automobilisti.

Il provvedimento è stato preso a seguito di un lavoro sinergico fra i diversi uffici municipali, su indicazione dell’Amministrazione, che ha portato all’individuazione di ben settanta stalli e alla localizzazione delle relative aree cittadine. Gli automobilisti che parcheggeranno le loro auto in questi stalli dovranno pagare soltanto nei giorni feriali: quaranta sono stati realizzati nella via Gian Filippo Ingrassia, dal civico 96 al 2; cinque parcheggi in via Cairoli (lato destro adiacente a scalinata della chiesa Madre San Basilio, fino al civico 7); otto da piazza Matteotti alla via Gian Filippo Ingrassia, di fronte al civico 109; due in piazza Vittorio Veneto, accanto al civico 12; dieci tra la via Garibaldi e Largo della Regione, dal civico 243 di via Garibaldi fino all’incrocio di via Dei Mille; cinque in piazza della Repubblica, dal civico 35 di via Don Giuseppe Campione al civico 6.

Saranno gli ausiliari del traffico a svolgere la vigilanza per far rispettare le norme, la regolarità e le modalità di parcheggio nei nuovi stalli individuati dal Comune. Mentre il servizio relativo alla gestione dei parcheggi è stato affidato per due anni a una ditta esterna, specializzata nel settore.

Le autovetture potranno così essere parcheggiate in maniera più ordinata, contribuendo alla diminuzione del disagio che gli automobilisti incontravano per parcheggiare. Anche le casse comunali ricaveranno degli utili, che potranno essere reinvestiti per migliorare e razionalizzare ancor più la circolazione veicolare all’interno del paese.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684