Amg Energia, Butera, "Nuove iniziative" - QdS

Amg Energia, Butera, “Nuove iniziative”

Giovanna Naccari

Amg Energia, Butera, “Nuove iniziative”

martedì 25 Maggio 2021 - 00:03

Seconda parte dell’intervista al presidente di Amg Energia, Mario Butera: dall’interesse per la ricerca sull’idrogeno ai suggerimenti per l’illuminazione pubblica palermitana

PALERMO – Nella prima parte dell’intervista con il presidente di Amg Energia, Mario Butera (clicca qui per l’intervista), abbiamo affrontato in particolare i temi dell’efficienza energetica in città. Una condizione indispensabile per trasformare il capoluogo una smart city, dove i servizi pubblici sono connessi alla pianificazione urbanistica e al benessere sociale ed economico dei cittadini.

Quali sono le altre iniziative di Amg Energia?
“Ulteriori iniziative riguardano la valorizzazione della rete di distribuzione di gas naturale di Palermo, 160 mila pdr, articolata lungo novecento chilometri di condotte. Come riportato nel Piano industriale 2021-2023 approvato dal Cda, Amg Energia è fortemente interessata allo sviluppo delle nuove tecnologie energetiche, includendo l’idrogeno quale nuovo vettore energetico polifunzionale, la cui distribuzione ed erogazione potrebbe avvenire, con una certa percentuale di miscelazione (blending) anche con la propria rete di distribuzione, in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile fissati a livello internazionale per il 2030. A riguardo, la società ha recentemente manifestato il proprio interesse aziendale a partecipare alla costituzione del Centro nazionale di alta tecnologia per l’Idrogeno promosso dal Dipartimento regionale Energia. In tal senso, è significativo che Amg Energia stia procedendo al cofinanziamento di una borsa di dottorato di ricerca nel settore Energy presso il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Palermo, in partenariato con Cnr-Itae, con sede operativa in Messina, sul tema dell’analisi tecnica, economica, ambientale e sociale delle tecnologie dell’idrogeno nel contesto metropolitano, con particolare riferimento al possibile utilizzo dell’infrastruttura di rete di distribuzione di gas naturale nonché allo sviluppo di nuove attività aziendali finalizzate all’efficienza energetica”.

Di quante unità di personale dispone l’Azienda?
“A oggi l’organico della società comprende 234 dipendenti. Negli ultimi anni, blocco delle assunzioni e aumento dell’età media dei dipendenti hanno concorso a determinare una graduale riduzione del personale per effetto dei pensionamenti, la cui accelerazione è stata favorita anche da recenti provvedimenti legislativi in materia previdenziale, come Quota 100. Per far fronte a questa situazione, sulla base del Piano dei fabbisogni della società, approvato con deliberazione dell’Amministrazione comunale, sono in corso le selezioni pubbliche per l’assunzione di 27 figure professionali. Vengono ricercate, in particolare, figure tecniche da destinare ai settori portanti della società, alle attività connesse con la distribuzione del gas e a quelle legate alla gestione e conduzione degli impianti di pubblica illuminazione e degli impianti interni di edifici comunali e scuole”.

Quando saranno risolti i problemi dell’illuminazione pubblica a Palermo?
“La rete di pubblica illuminazione, con oltre 47 mila punti luce, è di proprietà dell’Amministrazione comunale cittadina e, con il contratto di servizio vigente tra Comune e Amg Energia, la società ne cura gestione e manutenzione ordinaria. Insieme agli impianti semaforici, circa settemila lanterne. Amg Energia garantisce, quindi, in modo costante le attività di riparazione dei guasti e le attività di manutenzione programmata anche di tipo predittivo, finalizzate alla prevenzione di disservizi. Gli impianti d’illuminazione di Palermo soffrono, comunque, di una cronica vetustà. L’epoca di costruzione va dagli anni Sessanta ai nostri giorni ma, ancora oggi, la maggioranza degli impianti di illuminazione in funzione sono alimentati in serie e sono stati realizzati tra gli anni Sessanta e gli anni Ottanta. A ciò si aggiunge l’obsolescenza di lampade e componentistica. Alcuni impianti sono ancora equipaggiati con lampade a vapori di mercurio che non sono più in produzione dal 2015, oltre che la vetustà di cavi elettrici di alimentazione, cabine e quadri elettrici. Tutto ciò rende evidente che il problema dell’illuminazione pubblica, a parte alcuni significativi interventi di trasformazione a led, deve essere oggetto di un’azione complessiva da parte del Comune di Palermo per la graduale sostituzione degli impianti che versano in stato di obsolescenza. Amg Energia è disponibile a effettuare, nell’ambito del contratto di servizio con il Comune e in predisposizione di un aggiornamento di tali accordi, soprattutto sugli impianti di pubblica illuminazione, interventi di riqualificazione e di miglioramento dell’efficienza energetica, utilizzando anche formule di finanziamento tramite terzi (Esco)”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684