Petrosino, protocollo d’intesa per la tutela delle tartarughe - QdS

Petrosino, protocollo d’intesa per la tutela delle tartarughe

redazione

Petrosino, protocollo d’intesa per la tutela delle tartarughe

sabato 13 Novembre 2021 - 00:10

Comune, Wwf, Legambiente e l’Istituto Nosengo uniti per regolamentare la salvaguardia e gli interventi da attuare in caso di avvistamento e nidificazione sulle spiagge del Comune trapanese

PETROSINO (TP) – Promuovere la tutela delle tartarughe regolamentando gli interventi da attuare in caso di avvistamento e nidificazione sulle spiagge di Petrosino. È l’obiettivo del Protocollo d’Intesa firmato lo scorso giovedì al Comune tra l’Amministrazione Comunale, il Wwf, Legambiente e l’Istituto Comprensivo Gesualdo Nosengo, che prevede una serie di azioni a tutela di questa specie a rischio estinzione. A firmare il Protocollo sono stati Roberto Angileri, Assessore all’Ambiente del Comune di Petrosino, i rappresentanti delle associazioni Wwf Sicilia Area Mediterranea Odv e Circolo Marsala-Petrosino di Legambiente, rispettivamente Vincenzo Reina e Rosalba Pipitone, e, in rappresentanza dell’Istituto Nosengo, la professoressa Rossana Pantaleo.

“Con questo Protocollo d’Intesa, fra i più innovativi realizzati in Italia, vogliamo concretizzare l’impegno nella salvaguardia di questi animali, da anni in costante pericolo nei nostri mari”, evidenzia l’assessore Angileri, tra i promotori dell’Intesa. “Nei mesi scorsi il nostro litorale è stato teatro di due nidificazioni che hanno spinto tanti nostri concittadini entusiasti e i volontari delle associazioni ambientaliste a fare la propria parte nel proteggere le aree nelle quali sono state depositate le uova. Sono stati giorni emozionanti che ci hanno spronato a mettere in campo degli interventi volti al controllo delle aree di nidificazione e al loro costante monitoraggio attraverso le corrette procedure previste in materia di fauna selvatica. Da qui è nata spontaneamente l’idea di riunirci attorno a un tavolo per definire un percorso condiviso a salvaguardia delle tartarughe anche con la preziosa collaborazione degli studenti delle nostre scuole”.

“La stagione passata”, afferma Vincenzo Reina, Vicepresidente Wwf Sicilia Area Mediterranea Odv, “ci ha regalato tantissime soddisfazioni: la costa petrosilena del Biscione ci ha dato la possibilità di avvicinarci in maniera ancora più diretta alla natura e al mondo delle tartarughe marine in particolare. Da questo abbiamo capito che fare rete, unirsi per un unico fine, agire fianco a fianco erano le cose da fare e che non potevamo tralasciare. Grazie a questi eventi che hanno ravvivato la nostra estate, abbiamo deciso di unire le forze per meglio essere presenti, per essere pronti agli eventi futuri, per programmare e formare quanti più volontari, cittadini e giovani si volessero avvicinare al mondo della natura e dell’ambiente e alla sua salvaguardia”.

“L’impegno dei nostri volontari nella cura e la difesa delle nidificazioni avvenute nel litorale petrosileno ha prodotto un risultato straordinario”, afferma Giuseppe Marino, Presidente del Circolo Legambiente Marsala-Petrosino. “Il protocollo firmato fra Legambiente, Wwf e la scuola Nosengo con l’Amministrazione petrosilena”, aggiunge, “segna un passo fondamentale nel processo di tutela dell’ambiente e delle specie che lo abitano, mettendo la base per uno sviluppo del territorio veramente sostenibile e un nuovo modo di fruire delle bellezze del nostro territorio, che non devono più passare dal bieco sfruttamento , ma dalla convinzione dell’umanità con la natura che lo circonda”.

Nel dettaglio, il Protocollo d’Intesa prevede: la realizzazione di campagne di sensibilizzazione verso la tutela dell’ambiente; la realizzazione di pannelli e segnaletica da collocare nelle aree di nidificazione; la raccolta fondi per la realizzazione di progetti promossi dal Wwf e da Legambiente; la ricerca di finanziamenti per la riduzione degli sprechi energetici e degli inquinamenti luminosi; attività di formazione sulle direttive ministeriali in materia di fauna selvatica; il monitoraggio delle spiagge al fine di individuare eventuali deposizioni di uova; la distribuzione di vademecum informativi alla cittadinanza.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684