Presidenza della Regione, Sunseri dà la sua disponibilità, Di Caro frena - QdS

Presidenza della Regione, Sunseri dà la sua disponibilità, Di Caro frena

web-dr

Presidenza della Regione, Sunseri dà la sua disponibilità, Di Caro frena

web-dr |
giovedì 14 Ottobre 2021 - 15:59

L'attuale deputato Ars del Movimento 5 stelle ha dato la sua disponibilità a concorrere per la carica, il capogruppo dei 5S all'Assemblea attende un nome unico mentre Giancarlo Cancelleri non commenta

Ha dato ufficialmente la sua disponibilità per concorrere alla carica di presidente per la Regione Siciliana in seno al Movimento 5 Stelle: Luigi Sunseri, attuale deputato all’Ars e componente della Commissione Bilancio.

«Aspettiamo la nomina, da parte di Conte, del “segretario regionale” del M5S e partiamo. Con l’augurio che possa essere una persona che faccia da collante e rilanci la passione della base, che per anni ci ha condotto a gloriosi risultati. Non è il momento di parlare dei nomi dei candidati alla Presidenza della Regione, ma non dobbiamo perdere troppo tempo.

Delineiamo il perimetro e individuiamo il metodo di scelta. Quella delle primarie è una strada che mi convince – ha dichiarato Luigi Sunseri – Una cosa per me è certa: farò di tutto affinché il candidato presidente sia del Movimento 5 Stelle. Io ho già dato la mia disponibilità al gruppo regionale. Gruppo che ha maturato grandi competenze, gruppo che è cresciuto e che può dare un importantissimo contributo per il rilancio della nostra Sicilia».

In attesa del via libera di Giuseppe Conte

Affinché la candidatura sia valida, infatti, dovrà arrivare
il via libera di Conte e di tutta la coalizione che potrebbe anche avvalersi
dell’istituzione delle primarie per stabilire un programma e un candidato che
siano condivisi da tutte le forza politiche aderenti.

«Manca un anno alle elezioni
regionali siciliane. E lo dico chiaramente, senza giri di parole. Diversamente,
i siciliani non avrebbero contezza degli accordi di partito, siglati dentro una
stanza tra 4/5 persone. Le primarie costituiscono un meccanismo che ci
consentirebbe di costruire un progetto fatto di donne e uomini di spessore, la
cui autorevolezza rappresenterebbe per la Sicilia un importante e, ancor di più
necessario, elemento di svolta. Perché la Sicilia, ha bisogno di un governo di
rottura, che possa far immaginare ma, soprattutto, possa tracciare una strada
diversa da quella in cui ci hanno condotto anni e anni di mala politica. Niente
giochi di palazzo, la gente è stanca. Vuole conoscere quale Sicilia sia
possibile. Vuole guardarci in faccia e sentirsi rassicurata. Occorre
individuare i soggetti da coinvolgere e, insieme, costruire un percorso
virtuoso che abbia al centro la Sicilia» riferisce
ancora l’onorevole Sunseri, che con queste parole manda una stoccata
all’attuale governo regionale, nonché al precedente governo guidato da Rosario
Crocetta.

«Nel corso degli anni gli altri
attori politici hanno imparato a conoscere il M5S, forza politica “anomala”,
indisponibile a barattare il bene dei cittadini con interessi personali, pronta
al sacrificio e leale con i siciliani.
Il M5S c’è ed è forte, soprattutto in Sicilia. Non intendiamo avere un ruolo
di secondo piano. Noi questo cambiamento lo vogliamo, ne vogliamo essere i
protagonisti e gli autori. Incontriamoci per dare sostanza e forma al futuro di
questa terra. Senza nasconderci, senza rincorrerci. Disegniamo un perimetro di
valori che ci consenta di dare ai siciliani le risposte che aspettano da troppo
tempo. Il mio è un appello alle forze sane e progressiste di questa Terra. Ai
Sindaci, agli amministratori locali, alle categorie sociali che lottano ogni
giorno per provare a far risplendere la nostra Sicilia. Guardiamoci negli
occhi, progettiamo insieme una Sicilia comune che possa ridarci la dignità
perduta e la forza di immaginare un futuro diverso»
conclude il suo discorso il politico termitano.

Giovanni Di Caro

«Noi abbiamo deciso di scegliere chi proporre al tavolo della coalizione in maniera univoca. È chiaro che Sunseri è liberissimo di proporre la sua candidatura, sono già state avanzate altre proposte e sicuramente altre ne arriveranno, ma io auspicherei che il nome da presentare alla coalizione sia unico per il M5S» ha commentato Giovanni Di Caro, capogruppo all’Ars del M5S.

Preferisce, invece, non esprimere alcun commento Giancarlo Cancelleri, attuale sottosegretario di Stato al “Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità” sostenibili nel governo Draghi.

Sonia Sabatino

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684