Progetti che fanno bene all’ambiente ma che hanno anche valenza sociale - QdS

Progetti che fanno bene all’ambiente ma che hanno anche valenza sociale

redazione

Progetti che fanno bene all’ambiente ma che hanno anche valenza sociale

sabato 27 Aprile 2019 - 08:07

In crescita gli enti no profit per la riforestazione

BRONTE – Piantumazione degli alberi per la riduzione della CO2, associazioni no profit e aziende private che hanno deciso nell’ultimo decennio di operare in questo mercato sono in notevole aumento. Che cos’è che spinge a far ciò? Tutti gli alberi fanno bene all’ambiente e assorbono CO2, emettono ossigeno e favoriscono la biodiversità.

Questo tipo di mercato si basa su un principio cardine che è sostanzialmente inoppugnabile: dato che l’atmosfera è unica, è praticamente indifferente il luogo in cui viene emesso CO2 o qualsiasi altro gas nocivo all’ambiente e all’uomo. Cosi dicendo, una persona o un’azienda che voglia ridurre il proprio impatto sul clima dovrebbe prima di tutto misurare quanto esso gravi in termini di CO2 associata alle sue attività in modo da individuare quali abitudini o processi debbano essere modificati per favorire la riduzione della CO2. Una volta realizzato ciò si dovrà quindi cominciare a modificare e quindi successivamente a tagliare le emissioni collegate alle proprie attività ma nessuno di noi potrà mai arrivare a “emissioni zero”.

È però possibile e necessario colmare questa differenza finanziando più progetti di forestazione o di energie rinnovabili. Compensare emissioni della CO2 significa quindi bilanciare la quantità della CO2 generate da una qualsiasi attività attraverso interventi di forestazione o con aiuto di energie rinnovabili in grado di assorbirla. Questi progetti opportunamente realizzati permettono di generare dei crediti che vengono venduti sul mercato volontario cosicché chiunque volesse acquistarli possa farlo in modo da co-finanziare gli interventi con la garanzia che ogni credito acquistato corrisponda a una tonnellata di emissioni assorbita o evitata.
Di questi enti che realizzano dei progetti di forestazione ce ne sono diversi, come la “Treedom” che offre aiuti a quei contadini che decidono di piantare un albero nella propria terra. Quest’associazione permette anche, tramite donazioni online, di finanziare i contadini; inoltre fornisce un aiuto nei primi anni, quando ancora gli alberi non sono produttivi, tramite il supporto tecnico e la gestione degli stessi. I benefici sono vari: da quelli ambientali che permettono, grazie alla loro piantumazione, di generare nel corso della propria crescita l’assorbimento della CO2, a quelli sociali ed economici. Infatti tale progetto permette oltre che di finanziare in modo diretto i contadini, di andare a realizzare progetti nella parte povera del mondo e quindi la formazione di opportunità sociali e la creazione di reddito.

Antonio Lupica
Classe 5AAFM – IISS B. Radice di Bronte

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684