Ramacca, ricostruzione cavalcavia conclusa dopo più di un anno di lavori - QdS

Ramacca, ricostruzione cavalcavia conclusa dopo più di un anno di lavori

redazione

Ramacca, ricostruzione cavalcavia conclusa dopo più di un anno di lavori

mercoledì 08 Aprile 2020 - 00:00

RAMACCA – Conclusi i lavori di demolizione e ricostruzione del cavalcavia della Strada provinciale 25/I, importante infrastruttura che collega i comuni di Ramacca e Palagonia alla Strada statale 417 direzione Catania e Caltagirone, che era stata chiusa al transito da fine 2018 a causa dei danni riportati da un mezzo fuori sagoma che aveva irreparabilmente compromesso la struttura nel suo complesso.

A darne notizia il sindaco della Città metropolitana di Catania, Salvo Pogliese. L’opera, nata da una proficua sinergia fra i tecnici della Città metropolitana e quelli del Genio Civile, grazie alla disponibilità dell’assessore regionale alle Infrastrutture, Marco Falcone, è stata finanziata dal Dipartimento regionale della Protezione civile.

Il cavalcavia interamente ricostruito è stato realizzato con travi in acciaio e soletta in cemento armato, previo rinforzo delle spalle esistenti. Inoltre, per migliorare la visibilità delle rampe di accesso e aumentare gli spazi di immissione alla S.p. 25/I, è stato riconfigurato l’intero svincolo. L’opera è stata completata con il rifacimento della pavimentazione, la posa di barriere metalliche di protezione e nuova segnaletica stradale. Il sindaco metropolitano, Salvo Pogliese, ha apprezzato la riuscita dell’opera, sottolineando che la sinergia fra gli Enti ha permesso di dare risposte concrete alla collettività, e che l’Amministrazione di Catania è costantemente impegnata a progettare e realizzare opere in tutto il territorio provinciale.

L’Anas, entro questa settimana riaprirà il tratto della Ss 417 sottostante il cavalcavia, ripristinando un regolare flusso viario.
Impegnati nella progettazione e direzione dei lavori i tecnici Riccardo Buccheri e Luigi Catalano della Città metropolitana, assieme a Ignazio Cassaniti e Antonino Curcio, del Genio Civile.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684