Scuola, a Palermo disagi assistenza disabili. Bonaffino: "Cambiare regolamento comunale" - QdS

Scuola, a Palermo disagi assistenza disabili. Bonaffino: “Cambiare regolamento comunale”

web-pv

Scuola, a Palermo disagi assistenza disabili. Bonaffino: “Cambiare regolamento comunale”

web-pv |
mercoledì 11 Maggio 2022 - 18:54

A sollevare la questione è Lucia Bonaffino, responsabile Scuola del Pd di Palermo e provincia, che chiede di modificare il sistema di gestione del servizio che ha generato "numerose criticità"

Quello che sta per concludersi è un anno scolastico di disagi per l’assistenza specialistica agli studenti e alle studentesse con disabilità delle scuole elementari e medie della città. Nonostante i vari bandi pubblicati dal Comune e a causa dei continui ritardi nei pagamenti, infatti, l’alto numero di rinunce degli operatori all’autonomia e alla comunicazione ha provocato seri ritardi nell’avvio del servizio e talvolta persino la mancata assegnazione dell’incarico.

La richiesta di Bonaffino

A pagarne le conseguenze sono soprattutto gli studenti con disabilità per i quali la riduzione (o la mancata erogazione) delle ore di assistenza causano difficoltà nell’apprendimento, vedendo negato così il diritto all’inclusione e all’integrazione scolastica. A sollevare la questione è Lucia Bonaffino, responsabile Scuola del Pd di Palermo e provincia, che chiede di modificare il sistema di gestione del servizio che ha generato “numerose criticità”.

“Dal 2012 – spiega Bonaffino – il Comune utilizza un Regolamento che disciplina le modalità dell’erogazione del servizio. Gli assistenti all’autonomia e alla comunicazione, figure di fondamentale importanza per garantire il benessere scolastico e il diritto all’istruzione dei minori con disabilità, vengono reclutati sulla base di un Avviso triennale, che scade proprio in questi giorni. Gli incarichi vengono assegnati individualmente tramite convocazione e sulla base di un Atto di adesione firmato dagli operatori, ma che non ha il valore di un contratto di lavoro subordinato”.

“Sistema farraginoso”

Un sistema “farraginoso”, sottolinea Bonaffino, che ha causato anche ritardi nei pagamenti e continue rinunce da parte degli assistenti. “Vista l’imminente scadenza del bando triennale vigente, ritengo sia importante non emanarne uno nuovo – aggiunge -. E considerate anche le imminenti elezioni amministrative, chiedere poi al nuovo Consiglio comunale di modificare il Regolamento così da eliminare le criticità sinora emerse”.

“Nel pieno rispetto della normativa (la legge 104/1992) e sul modello di altre amministrazioni – conclude Bonaffino – si avvii un percorso di concertazione che porti alla stipula di un Accordo di programma provinciale per l’inclusione scolastica di allieve e allievi con disabilità nelle scuole di ogni ordine e grado di tutta l’area Metropolitana di Palermo”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684