Scuola, manifestazioni in 16 piazze per chiedere il ritorno in aula - QdS

Scuola, manifestazioni in 16 piazze per chiedere il ritorno in aula

redazione

Scuola, manifestazioni in 16 piazze per chiedere il ritorno in aula

venerdì 22 Maggio 2020 - 00:00
Scuola, manifestazioni in 16 piazze per chiedere il ritorno in aula

Coinvolta anche la Sicilia: appuntamento domani in piazza Vittorio Emanuele a Trapani. “Servono più insegnanti, più personale, più spazi e soprattutto più risorse”

ROMA – Sabato prossimo alle 15,30 il comitato ‘Priorità alla scuola’ ha organizzato manifestazioni in piazza in 16 città – da Milano, a Roma, passando per Trapani e Firenze – per chiedere il rientro a scuola a settembre perché “la ‘didattica a distanza’ è la didattica dell’emergenza” e “non è possibile proporla come soluzione per il nuovo anno scolastico 20/21”.

L’appuntamento è in alcune delle piazze principali come piazza Castello a Torino o piazza Maggiore a Bologna, ma anche luoghi simbolici come l’ufficio scolastico regionale in via Soderini a Milano.

L’obiettivo è appunto “chiedere al Governo – spiegano dal Comitato – più insegnanti, assunzione precari e precarie, più personale A.T.A, più scuole, più spazi (ovvero rendere agibili le strutture esistenti e costruirne di nuove, temporanee, sostenibili e utilizzare spazi dismessi), più educazione all’aperto, più risorse per la Scuola Pubblica”.

Un’iniziativa che segue la lettera-appello firmata da 85 mila persone inviata lo scorso 18 aprile al ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina.

Il comitato, in una nota, ha ricordato che “attualmente, le regole per manifestare prevedono il distanziamento obbligatorio di due metri tra le persone e/o nuclei familiari e l’uso obbligatorio della mascherina” e per questo ha invitato tutti “a seguire le pratiche di comportamento indicate dalle istituzioni. Queste pratiche potranno aiutare tutti a esercitare il proprio di diritto a manifestare senza timori”.

“È importante – prosegue la nota – avere cura della salute di chi partecipa all’iniziativa pubblica”. L’appuntamento alle 15,30 sarà ad Arezzo in via Emilia 10; a Bologna, piazza Maggiore, a Cagliari al Bastione Saint Remy, a Faenza (Ravenna) in piazza del Popolo, a Firenze in piazza Ss. Annunziata, a Genova davanti alla Prefettura, a Milano in via Soderini, a Modena in piazza Grande, a Pistoia in piazza del Duomo, a Pontedera (Pisa) in piazza Garibaldi, a Reggio Emilia in piazza Martiri del 7 luglio, a Roma in largo Bernardino da Feltre, a Torino in piazza Castello, a Trapani in piazza Vittorio Emanuele.
A Napoli l’appuntamento sarà in piazza Dante alle 10,30, a Vicenza in piazza Biade alle 16.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684