Sergio Costa “Ripresa? Sarà verso il green” - QdS

Sergio Costa “Ripresa? Sarà verso il green”

redazione

Sergio Costa “Ripresa? Sarà verso il green”

venerdì 10 Aprile 2020 - 00:00

ROMA – La ripresa economica del Paese dopo l’emergenza coronavirus sarà “spinta verso il green”, e gli investimenti attivati dal governo “devono avere la condizionalità green”. Lo ha detto il ministro dell’Ambiente, Sergio Costa (M5s), al question time alla Camera. Il ministro ha risposto a una interrogazione dei deputati di LeU Rossella Muroni e Federico Fornaro. I parlamentari chiedono che la ripresa economica dopo l’emergenza non avvenga derogando alle tutele ambientali. “La preoccupazione di tanti italiani è ‘come fate ripartire il paese?’ – ha detto Costa -. Il dopo sarà un vecchio sistema che ci ha portato a grandi danni ambientali? Mi arrivano mail e messaggi continuamente sull’argomento. Ne abbiamo già parlato in sede di governo con i ministri Patuanelli e De Micheli e col premier stesso, perché non si riparta con i vecchi sistemi, perché si riparta con una nuova normalità spinta verso il green. Noi abbiamo un flusso economico di 750 miliardi. E stiamo parlando dei primi provvedimenti legislativi, altri ne verranno. Devono avere la condizionalità green”.

“Ci inseriamo nella prospettiva dell’Ue, che è quella del Green New Deal – ha proseguito – ma anche del Pniec (Piano nazionale integrato energia e clima) e della proposta di legge europea per il clima depositata il 4 marzo”. “Dovremo rivedere il concetto di efficientamento energetico – ha detto ancora -, di rigenerazione edilizia, di consumo del suolo, di sburocratizzazione, di velocizzazione, e rendere fruibile per il cittadino e le imprese l’opportunità green. Noi stiamo spingendo verso la semplificazione e la sburocratizzazione, ma questo non vuol dire togliere le tutele. è esattamente il contrario: rendere appetibile per cittadino e imprese fare green”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684