Mancano prevenzione e controlli, ecco perché in Sicilia si muore sul lavoro - QdS

Mancano prevenzione e controlli, ecco perché in Sicilia si muore sul lavoro

Paola Giordano

Mancano prevenzione e controlli, ecco perché in Sicilia si muore sul lavoro

venerdì 01 Aprile 2022 - 06:00

Solo 83 ispettori in Sicilia. L’assessore Scavone al QdS: “Recluteremo ispettori dall’attuale personale in servizio con idoneo profilo”

PALERMO – Una donna di 33 anni e quattro uomini di età compresa tra i 37 e i 61 anni: la Sicilia piange già cinque vittime sul lavoro nel solo mese di gennaio di quest’anno che, sommate alle 41 registrate nel resto della Penisola, diventano 46 morti bianche. A fotografare questo drammatico scenario è l’ultima Analisi della numerosità degli infortuni pubblicata dall’Inail.

Sempre secondo Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, nel periodo compreso tra gennaio e dicembre 2021, le denunce di infortunio con esito mortale sono state 62 in Sicilia e 1.221 in Italia: meno rispetto all’anno prima (quando furono rispettivamente 78 e 1.270) ma pur sempre troppe. Anche perché tre morti sul lavoro al giorno sono per altro solo quelle “ufficiali”: ad esse vanno aggiunte quelle di cui nulla si sa ufficialmente perché avvenute nelle pieghe del lavoro in nero.
La Conferenza episcopale italiana, nel Messaggio per il Primo maggio diramato qualche giorno fa, ha messo in luce la principale falla del sistema lavoro: la sicurezza. Di fronte alla “stagione complessa, segnata ancora dagli … CONTINUA LA LETTURA. QUESTO CONTENUTO È RISERVATO AGLI ABBONATI

CONTENUTO RISERVATO AGLI ABBONATI
ABBONATI PER CONTINUARE LA LETTURA

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684