Sicurezza scuole, al via a Bronte campagna per controllare i solai - QdS

Sicurezza scuole, al via a Bronte campagna per controllare i solai

redazione

Sicurezza scuole, al via a Bronte campagna per controllare i solai

sabato 18 Gennaio 2020 - 00:00

Gli edifici interessati sono la scuola media “Castiglione” e i plessi del secondo circolo didattico

BRONTE – Prende il via a Bronte un’imponente campagna di verifica sull’affidabilità statica dei solai di quattro edifici scolastici comunali.

L’Amministrazione Calanna, infatti, ha ottenuto un finanziamento di 28 mila euro appositamente per queste verifiche. Gli edifici interessati sono la scuola media “Luigi Castiglione” e i tre plessi del secondo Circolo didattico “Marconi”, “Mazzini” e “Sciarotta”. Il finanziamento è stato possibile grazie a un bando pubblicato dal Miur (ministero dell’Istruzione dell’università e della ricerca) che ha chiesto ai Comuni di candidarsi per finanziare i sondaggi ai solai.

“Non abbiamo perso l’occasione – afferma il sindaco di Bronte, Graziano Calanna –. Quante volte abbiamo letto sui giornali che in una classe è venuto giù un solaio. Una delle maggiori ragioni di insicurezza nelle scuole italiane è il crollo di intonaco dai soffitti. Pensate che tra settembre 2018 e luglio 2019 Cittadinanzattiva ha registrato un crollo ogni tre giorni in tutto il Paese. Bisogna quindi prevenire e fare le opportune verifiche. Per questo, appena pubblicato il bando, abbiamo subito presentato la nostra candidatura, che oggi è stata premiata dal ministero”.

Il Miur infatti ha erogato 7000 euro ad istituto, una somma sufficiente per consentire ai tecnici di effettuare le indagini utilizzando strumentazione all’avanguardia. “Questa – aggiunge l’assessore alle Politiche scolastiche, Chetti Liuzzo – è la dimostrazione dell’attenzione che questa Amministrazione ha sempre rivolto verso il mondo della scuola. Tutto quello che potevamo ottenere in termini di iniziamento, lo abbiamo ottenuto”.

“Queste indagini sui solai – spiega il vicesindaco, Gaetano Messina – sono utilissime non solo per permetterci di prevenire il rischio di crolli, ma per individuare la tipologia dei problemi. Così in futuro si potranno programmare interventi mirati senza più sprecare più risorse con interventi di manutenzione generici”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684