Stromboli, dalle 14 test sul nuovo sistema d'allarme - QdS

Stromboli, dalle 14 test sul nuovo sistema d’allarme

redazione

Stromboli, dalle 14 test sul nuovo sistema d’allarme

lunedì 09 Settembre 2019 - 08:14
Stromboli, dalle 14 test sul nuovo sistema d’allarme

La simulazione si svolgerà in due fasi, ciascuna delle quali sarà preceduta dalla diffusione di un messaggio vocale in tre lingue in cui si spiega quanto avverrà. Il sindaco Giorgianni, "Non destiamo allarmismi"

Parte oggi a Stromboli, nelle isole Eolie, nuovo sistema per l’allarme vulcanico.

“A cominciare da oggi pomeriggio alle 14 – ha spiegato il sindaco dell’isoletta, Marco Giorgianni – sarà effettuato un test operativo del nuovo sistema di allertamento sonoro attraverso sirene, per la segnalazione di rischio tsunami”.

“Allo stesso tempo – ha aggiunto – sarà verificato il funzionamento del collegamento diretto con le boe collocate in prossimità della Sciara del Fuoco e, di seguito, per la nuova tipologia di segnalazione di imminente attività esplosiva del vulcano Stromboli”.

La simulazione si svolgerà in due fasi, ciascuna delle quali sarà preceduta dalla diffusione di un messaggio vocale in tre lingue in cui si spiega quanto avverrà.

Per evitare allarmismi, nel messaggio viene sottolineato che non è in corso alcun evento e che non ci sono pericoli per la popolazione”.

“Al primo messaggio vocale diffuso per tutta l’isola – ha concluso il Sindaco -, ne seguirà un altro per comunicare la conclusione delle attività”.

Prima fase: suono “monotonale continuo” delle sirene di allerta tsunami a Stromboli, Ginostra e Panarea.

Seconda fase: suono “discontinuo a due tonalità alternate” delle sirene di allerta esplosione parossistica a Stromboli e Ginostra.

“Non sono richiesti – ha sottolineato Giorgianni – particolari comportamenti da parte della popolazione. Volontari della Protezione Civile saranno comunque presenti in piccoli presidi dislocati nei punti sensibili delle località coinvolte per fornire informazioni e chiarimenti a tutti coloro i quali ne sentiranno la necessità”.

Il Sindaco ha inoltre precisato che la simulazione “non intende in alcun modo destare preoccupazione o esasperare la attuale situazione sull’Isola”.

“Tuttavia – ha concluso – essa si rende necessaria per avere le giuste condizioni di garanzia, funzionalità e certezza operativa del sistema, grazie al grande lavoro svolto in questo periodo dai centri di competenza e dalla Protezione Civile nazionale e regionale, e che saranno prese tutte le misure necessarie a non creare immotivati allarmismi”.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684