Tour dei borghi di Sicilia, da qui riparte il nostro sistema ricettivo - QdS

Tour dei borghi di Sicilia, da qui riparte il nostro sistema ricettivo

Michele Giuliano

Tour dei borghi di Sicilia, da qui riparte il nostro sistema ricettivo

giovedì 22 Ottobre 2020 - 00:08
Tour dei borghi di Sicilia, da qui riparte il nostro sistema ricettivo

Da maggio a settembre sono stati migliaia i visitatori al circuito realizzato dal “Comitato Sicilia turistica”. Il primo itinerario ha visto protagonista Castroreale, successivamente sono stati toccati Sinagra, Rodì Milici, Rometta, Santa Lucia del Mela, Montalbano Elicona, Savoca e nelle ultime settimane Roccavaldina

PALERMO – I borghi poco conosciuti ma ricchi di storia e di tradizione hanno vissuto una stagione turistica importante nei mesi passati. I dati vengono dal primo bilancio semestrale del Comitato Sicilia Turistica presieduto da Antonino Sapienza, relativo alle attività intraprese in ambito di promozione turistica e territoriale che vede in risalto soprattutto la realizzazione ed il lancio de “Il Tour dei Borghi”, un innovativo modello di valorizzazione e sviluppo del territorio.

Da maggio a settembre, “Il Tour dei Borghi” ha registrato migliaia di presenze di visitatori in controtendenza al momento di difficoltà assoluta del settore turistico ed è stato valore aggiunto nei vari luoghi con enormi prospettive di crescita a breve e medio termine. Primo esempio di rete turistica in Sicilia dopo il “lockdown”, il programma del “Tour dei Borghi” si basa sulla collaborazione con entità professionali di settore, associazioni e realtà locali, che hanno messo in campo numerose attività, nel rispetto delle norme anti-covid19, alla scoperta dei territori, come le visite guidate condotte da guide abilitate ma anche importanti iniziative ed eventi.

Dopo l’avvio delle attività a partire da Castroreale, borgo precursore dell’iniziativa, “Il Tour dei Borghi” ha successivamente toccato Sinagra, Rodì Milici, Rometta, Santa Lucia del Mela, Montalbano Elicona, Savoca e nelle ultime settimane Roccavaldina, e punta nei prossimi mesi ad ampliarsi fino al catanese ed al palermitano.

I tour sono stati inaugurati nelle giornate dello scorso 30 e 31 maggio, e a seguire il 2 giugno, proprio a Castroreale, e ha previsto una visita guidata condotta dallo storico Paolo Faranda, un percorso culturale che ha avuto il suo culmine con la visita all’esclusivo ed importantissimo “Piccolo Museo della Moto”.

Per il rispetto delle disposizioni anticovid, la visita è stata fruibile solo su prenotazione, con turni ed orari cadenzati. La stessa formula è stata utilizzata in seguito per i borghi che hanno voluto unirsi all’iniziativa, ed è stato un vero successo, sia tra gli abitanti della zona che hanno potuto scoprire tante curiosità e informazioni sulle bellezze del proprio territorio, sia per i turisti che nell’estate appena trascorsa hanno voluto vivere una esperienza meno di massa, più culturale ma non meno piacevole o rilassante. Un approccio al turismo che calza perfettamente alla variegata ricchezza del territorio siciliano.

“Il Tour dei Borghi è una rete promozionale che si avvale di adesioni istituzionali e private per ampliarsi – ha detto Antonino Sapienza, fondatore e presidente del Comitato Sicilia Turistica – e si promuove grazie a tecnologie e strategie di marketing territoriale e social di ultima generazione, all’interscambio di flussi turistici circolari ed ampliati e naturalmente anche grazie ai virtuosismi storici, artistici, naturalistici, enogastronomici che permettono la creazione di uno storytelling connesso e correlato da proporre al turista”.

Il lavoro di marketing è fondamentale e capillare: ogni territorio del network è valorizzato dopo un’attenta analisi rispetto alle proprie caratteristiche, peculiarità e virtuosismi da offrire alla vetrina del mercato globale e collegato alla rete in modo coerente e con passaggi ed iniziative continue. In tal modo è possibile rivolgersi al target di visitatori più adatto e alo stesso tempo variegato, composto sia da turisti di prossimità che stanziali, questi ultimi in molti casi stranieri, che soggiornano nelle strutture ricettive collegate.

Al momento, ed almeno fino al 30 ottobre 2020, nel rispetto dei nuovi Dpcm non saranno proposte nuove iniziative ma si lavora alacremente per ampliare la rete e pianificare le attività di fine anno e della nuova stagione 2021. Strumento social principale del Comitato è la pagina ufficiale “Sicilia Turistica”, sempre aggiornata alle ultime iniziative.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684