Università, al via "Al lavoro Sicilia" per laureati e laureandi - QdS

Università, al via “Al lavoro Sicilia” per laureati e laureandi

web-dr

Università, al via “Al lavoro Sicilia” per laureati e laureandi

web-dr |
lunedì 22 Marzo 2021 - 13:25

Con il saluto dei rettori delle Università di Palermo, Catania, Messina e Kore di Enna, ha preso il via l’edizione 2021 di AL Lavoro Sicilia, il career day di Almalaurea rivolto ai laureati siciliani.

Con il saluto dei rettori delle Università di Palermo, Catania, Messina e Kore di Enna, prende il via l’edizione 2021 di AL Lavoro Sicilia, il career day di Almalaurea che coinvolge i neolaureati e i laureandi siciliani nel primo appuntamento organizzato in collaborazione con la Rete degli Uffici di Placement degli Atenei siciliani.

Nel corso dell’evento, in programma dal 22 al 26 marzo, i laureati dell’isola avranno modo di confrontarsi con le aziende e di entrare a contatto col mondo del lavoro per mezzo di dibattiti, workshop e altre iniziative. A inaugurare l’edizione digitale di AL Lavoro Sicilia un videomessaggio dei quattro rettori degli atenei siciliani, che hanno voluto dare segnali di speranza a tutti gli studenti anche in un anno complicato come quello appena trascorso per via dell’emergenza coronavirus.

“Abbiamo garantito a tutti i ragazzi le lauree e il supporto necessario nonostante il Covid – spiega il rettore dell’Università degli Studi di Messina, Salvatore Cuzzocrea – è un percorso costruito con accanto Almalaurea e sono convinto che il sistema universitario saprà svolgere un ruolo primario all’interno del recovery plan. In sinergia con Almalaurea potremo formare le generazioni del domani”.

Dello stesso avviso il rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari: “Al Lavoro Sicilia è un’occasione importante alla quale l’Università di Palermo partecipa ogni anno con entusiasmo, perché permette ai nostri laureati di entrare a contatto con le aziende. Viviamo ancora l’esperienza della pandemia, ma abbiamo saputo reagire bene e ci siamo subito dati una regola, quella secondo la quale non si poteva lasciare nulla e nessuno indietro, e così è avvenuto. Il momento del placement è importante – aggiunge il rettore dell’ateneo palermitano – Il valore di un’Università si dimostra da come vengono offerti i laureati al mondo del lavoro e per questo questi eventi sono molto importanti. Al Lavoro Sicilia con Almalaurea per noi è importante perché possiamo proporre i nostri ragazzi, motivati e ricchi di grinta, alle aziende”.

Al Lavoro Sicilia consentirà nel corso dei cinque giorni nei quali si articola di costruire un percorso comune tra atenei, laureati e aziende, con l’obiettivo di fornire sbocchi occupazionali a chi ha completato il percorso di studi: “Un evento come Al Lavoro Sicilia che mette insieme aziende e laureati è molto importante ed è anche un segno di speranza verso chi invece sta per immatricolarsi – sottolinea il rettore dell’Università degli Studi di Catania, Francesco Priolo – è in giornate come queste in cui le aziende mettono a disposizione le loro competenze e le loro necessità che si crea quell’amalgama, quella speranza di poter costruire insieme un futuro”.

L’ultimo saluto è quello del rettore dell’Università Kore di Enna, la più giovane in Sicilia con appena sedici anni di attività, non statale ma pubblica e già punto di riferimento nel panorama delle offerte formative: “Dal Covid ne verremo fuori, ma non siamo in condizione di stabilire quando e come – spiega il rettore Giovanni Puglisi – Per questo abbiamo il diritto e il dovere per organizzare la vita in ragione di opportunità aperte, dando la possibilità di garantire tutti i servizi possibili ai nostri studenti. Dobbiamo fare tesoro delle risorse che verranno dal Recovery Plan, usando i fondi specie in relazione agli sbocchi lavorativi. La Sicilia e i nostri giovani hanno bisogno di tutto questo”.

Sono venti le aziende che prenderanno parte alla tappa siciliana e che avranno modo di confrontarsi con i neolaureati in workshop, colloqui e webinar: nel dettaglio, si tratta di Alleanza Assicurazioni, Alten Italia, Atos, Blue Reply, Capgemini, Carrefour Italia, Eni, Fides, Fincons Group, Generali – Agenzia di Messina, Invitalia, Leto, Lidl Italia, NTT DATA Italia, Penny Market, Sonatrach Raffineria Italia, Sorint.Lab, Technology Reply, Whitehall Reply, Xdevel.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684