Vaccini, Gelmini, "Vanno riaperte prima le Regioni virtuose" - QdS

Vaccini, Gelmini, “Vanno riaperte prima le Regioni virtuose”

redazione web

Vaccini, Gelmini, “Vanno riaperte prima le Regioni virtuose”

venerdì 09 Aprile 2021 - 08:36

La Ministro, premialità per chi saprà somministrare rapidamente il maggior numero di dosi. E parla di Astrazeneca. Oggi il nuovo presidente della Conferenza delle regioni al posto di Bonaccini

“Chi vaccinerà di più riaprirà prima”.

Il concetto era già stato espresso, ma è stato adesso ribadito con forza dalla ministro degli Affari regionali Mariastella Gelmini, che, parlando alla radio, ha ripreso la linea del premier Mario Draghi.

“Sapremo con il generale Figliuolo riprogrammare la campagna vaccinale nel tempo più breve possibile – ha detto la Ministro.

“Ai cittadini – ha aggiunto parlando del caso Astrazeneca, con il cambio di destinazione preferenziale del vaccino agli over 60 e la possibile diffidenza degli anziani nei confronti del prodotto anglo-svedese -, alla gente dobbiamo dire che abbiamo usato finora la massima precauzione, ma che bisogna vaccinarsi”.

Nuovo presidente della Conferenza delle Regioni

Intanto oggi la Conferenza della Regioni e della Province autonome, come annunciato ieri sera dal presidente uscente, Stefano Bonaccini, governatore dell’Emilia-Romagna, eleggerà un nuovo presidente e un nuovo vicepresidente.

Fedriga in pole position

A guidare l’organizzazione sarà molto probabilmente Massimiliano Fedriga, governatore leghista del Friuli.

“Avevo ribadito a più riprese, da un anno a questa parte, la mia disponibilità a questo avvicendamento”, ha dichiarato ieri Bonaccini, spiegando di aver chiesto “che questo cambio si producesse però con un accordo unitario”.

Il commiato di Bonaccini

“Ho avuto l’onore e il privilegio di guidare la Conferenza dalla fine del 2015 – ha aggiunto – collaborando con tutti i colleghi presidenti (a prescindere dal colore politico) e con cinque governi che si sono succeduti in questi anni (anche in questo caso di colore politico molto diverso). Posto che da tempo la stragrande maggioranza di Regioni è a guida centrodestra, e se ho potuto guidare in modo unitario la Conferenza, anche in queste condizioni, lo debbo anzitutto a loro, che mi hanno sostenuto e permesso di trovare sempre una sintesi”.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684