Vaccini, obiettivo 80% dei gelesi, Asp e Comune studiano lo sprint - QdS

Vaccini, obiettivo 80% dei gelesi, Asp e Comune studiano lo sprint

Liliana Blanco

Vaccini, obiettivo 80% dei gelesi, Asp e Comune studiano lo sprint

venerdì 24 Settembre 2021 - 00:10

Mancano circa seimila cittadini per raggiungere il target previsto entro la fine del mese. Asp ed Esecutivo locale puntano sull’ampliamento delle somministrazioni di prossimità

GELA (CL) – Le vaccinazioni non decollano e continua la corsa contro il tempo nel tentativo di incrementare il numero delle somministrazioni. I numeri non sono quelli sperati, nonostante l’Hub vaccinale offra tutti i confort, e allora la campagna si trasferisce nei quartieri, al mercato, nella piazza centrale, pur di arrivare all’agognato obiettivo dell’80% entro la fine del mese.

L’iniziativa è nata dall’accordo fra Asp e Amministrazione comunale, che hanno voluto imprimere nuovi stimoli per incentivare la somministrazione del siero anti Covid-19. Per raggiungere il target dell’80% della popolazione vaccinata entro il 30 settembre, mancano all’appello circa seimila cittadini. Ciò significa che la campagna deve accelerare notevolmente e devono sottoporsi a vaccinazione circa quattrocento persone al giorno.

Nel corso del già citato vertice tra Asp e Amministrazione comunale – in rappresentanza dell’Esecutivo erano presenti il sindaco Lucio Greco e l’assessore alla Sanità, Nadia Gnoffo – si è insediato il tavolo tecnico-sanitario attraverso cui i vertici dell’Azienda sanitaria provinciale e gli amministratori comunali si confronteranno e aggiorneranno periodicamente sull’andamento della pandemia e sulle azioni avviate per combatterla.

“Fondamentale – hanno affermato Lucio Greco e Nadia Gnoffo – è riuscire a realizzare la ‘vaccinazione di prossimità’: non i cittadini che si recano all’hub, ma i medici che vanno da loro. Andremo con postazioni mobili in città, nei luoghi maggiormente frequentati come il mercato settimanale o le piazze e lì la gente potrà fare le proprie domande, togliersi gli ultimi dubbi e vaccinarsi, se vorrà. È essenziale che si comprenda che soltanto in questo modo possiamo tornare alla normalità e lasciarci questo brutto incubo alle spalle”.

Il confronto tra vertici sanitari e politici si è concentrato anche sull’ospedale Vittorio Emanuele. “Abbiamo chiesto – hanno evidenziato gli amministratori gelesi – un incontro operativo al direttore sanitario Luciano Fiorella direttamente all’interno del nosocomio, in modo da avviare una ricognizione di tutti i reparti, confrontarci con i primari e discutere le criticità di ogni settore, così da poter intervenire in modo rapido e concreto. La direzione dell’Azienda sanitaria ha accolto positivamente la proposta e l’incontro sarà fatto a breve”.

“Per quanto riguarda la Terapia intensiva – hanno aggiunto – ci è stato assicurato che si stanno completando le indagini della Soprintendenza, poi si procederà con la convocazione di una conferenza di servizi finalizzata all’avvio dei lavori finanziati da Eni”.

Greco e Gnoffo hanno chiesto informazioni sul nuovo Pronto soccorso, fermo anch’esso per consentire gli accertamenti della Soprintendenza, e sul Pronto soccorso infettivologico: i lavori edili sono stati ultimati e appena sarà installata la Tac si potrà mettere in funzione la struttura.

Infine, sui concorsi per rimpinguare il personale sanitario, gli amministratori hanno chiesto una equa distribuzione del personale medico dell’Asp, al fine di coprire i posti in cui si registrano carenze croniche, evitare chiusure di reparti e garantire le attività e i servizi in ospedale. Sono stati banditi i concorsi per i reparti di Urologia, Neurologia, Neuropsichiatria infantile e Psichiatria.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684