Voucher turismo, Regione lenta fa scappare i turisti - QdS

Voucher turismo, Regione lenta fa scappare i turisti

Dario Raffaele

Voucher turismo, Regione lenta fa scappare i turisti

venerdì 19 Giugno 2020 - 12:18
Voucher turismo, Regione lenta fa scappare i turisti

La Regione è al lavoro (con grave ritardo) per definire la procedura che darà attuazione all'intervento di promozione turistica, voluto dal governo Musumeci. Ma siamo già a giugno inoltrato... e i turisti probabilmente sceglieranno altri "lidi"

PALERMO – La Regione è al lavoro (con grave ritardo) per definire la procedura che darà attuazione all’intervento di promozione turistica, voluto dal governo Musumeci, che per il settore ha stanziato 75 milioni.

Le somme andranno all’acquisto anticipato di pacchetti di servizi turistici, compresi i ticket di ingresso a poli museali e monumentali, da operatori e professionisti del settore, strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere, agriturismi, agenzie di viaggio e tour operator, guide turistiche iscritti negli elenchi, accompagnatori turistici, cooperative e imprese turistiche da veicolare ai fini promozionali tramite card e voucher nei mesi successivi all’emergenza sanitaria.

L’intervento prevede un’articolazione distinta per punti e, considerando che siamo già a giugno inoltrato e che i turisti (già in ritardo rispetto agli scorsi anni) stanno programmando in questi giorni le prossime vacanze, risulta difficile pensare che potranno beneficiare per questa stagione dei voucher così pensati.

Ecco i prossimi passaggi a cui è chiamata la Regione: 1) il Dipartimento Turismo pubblicherà un avviso per ricevere le manifestazioni di interesse da parte degli operatori dai quali acquistare un numero complessivo di posti letto e un altro avviso per acquistare i servizi professionali di guide, escursioni organizzate da adv e TO e servizi di diving;

2) dopo aver mappato le compagnie aeree che volano sugli scali siciliani, il Dipartimento stipula accordi con i vettori per acquistare buoni sconto da offrire come voucher al turista che acquista biglietti aerei con destinazione Sicilia.

3) Poi, il Dipartimento pubblica un avviso per ricevere manifestazioni di interesse di adv e tour operator che distribuiranno i voucher ai turisti.

4) A seguire lo stesso Dipartimento supporta la promozione dell’iniziativa attraverso una campagna mirata sui mezzi tradizionali e mezzi digitali. L’iniziativa promozionale potrà essere prorogata di un altro anno ma non oltre il 31 dicembre 2022.

“L’obiettivo è quello di sostenere in questa fase difficile per il turismo siciliano tour operators, agenti di viaggio, albergatori e tutta la filiera del turismo – spiega l’assessore Manlio Messina che ha partecipato alla riunione del tavolo tecnico con i vertici dell’assessorato e gli operatori – grazie al contributo degli uffici dell’assessorato e anche contributo degli operatori abbiamo predisposto il sistema per l’erogazione dei voucher, che stiamo ancora mettendo a punto affinché si possa partire in tempi ragionevoli con questa iniziativa”.

Intanto, secondo le stime del Report Sicilia del Diste, la Sicilia perderà 9 milioni di pernottamenti quest’anno (sui 15 totali delle ultime rilevazioni). Turisti che sicuramente rinunceranno a raggiungerci per questa stagione se resteranno in attesa della definizione della procedura di assegnazione dei voucher da parte della Regione. Forse meglio affidarsi per quest’anno alle varie piattaforme di affitto di case vacanza o stanze (in primis Booking e Airbnb, tra l’altro escluse dal sistema dei voucher) che già offrono importanti sconti (applicati direttamente dai proprietari o dai gestori delle strutture ricettive) direttamente all’atto della prenotazione. E per chi teme il “nero”, magari sarebbe opportuno rinforzare i controlli da parte di GdF e Polizia locale. Conoscere le strutture che si servono di queste piattaforme è semplice e sotto gli occhi di tutti. A portata di click.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684