Sono in Sicilia i borghi più belli d'Italia - QdS

Sono in Sicilia i borghi più belli d’Italia

Valeria Arena

Sono in Sicilia i borghi più belli d’Italia

sabato 02 Aprile 2016 - 15:00
Sono in Sicilia i borghi più belli d’Italia

L’Isola al primo posto per il terzo anno consecutivo: dopo Gangi e Montalbano Elicona, a trionfare è Sambuca di Sicilia. In tutto 19: Messina a quota 6, seguita da Palermo (4), Siracusa (2) e Agrigento (2). Catania, Enna e Caltanissetta a 1

PALERMO – La bellezza del panorama siciliano si misura anche in borghi. Attualmente, infatti, sono ben 19 i paesini isolani inseriti nel club de “I borghi più belli di Italia”, un’associazione privata che promuove i piccoli centri abitati nazionali che decidono di associarsi con la qualifica di “spiccato interesse storico artistico”. Solo nella provincia di Messina ne troviamo sei, Castelmola, Castroreale, Montalbano Elicona, Novara di Sicilia, San Marco D’Alunzio e Savoca, seguita a ruota da Palermo, con Cefalù, Ganci, Geraci Siculo e Petralia Soprana, Siracusa, che ospita Ferla e Palazzolo Acreide, e Trapani, sempre a due con Erice e Salemi. Un solo borgo per Agrigento (Sambuca di Sicilia), Caltanissetta (Sutera), Catania (Castiglione di Sicilia), Ragusa (Monterosso Almo) ed Enna (Sperlinga). In tal modo la Sicilia si posiziona al sesto posto, a pari merito con la Toscana, per il numero di borghi riconosciuti e inseriti nel club, subito dopo Umbria (25), Abruzzo (22), Marche (22) Liguria (21) e Lombardia (20).
I criteri di ammissione dell’associazione sono elencati nella cosiddetta Carta delle qualità: avere una popolazione che non superi i 2.000 abitanti, offrire un patrimonio che si faccia apprezzare per qualità architettonica e urbana, manifestare, attraverso fatti concreti, una volontà e una politica di valorizzazione, sviluppo, promozione e animazione della proprio cittadina e, naturalmente, il pagamento di una quota associativa annuale. L’associazione, inoltre, si impegna a organizzare, all’interno dei borghi, iniziative come festival, mostre, fiere, conferenze e concerti che mettano in risalto il patrimonio artistico e architettonico, quello culturale tradizionale, storico, eno-gastronomico, dialettale, coinvolgendo nelle manifestazioni gli abitanti e le istanze locali.
La Sicilia, però, possiede un importante record: da ben tre anni domina la classifica del “Borgo dei borghi”, titolo messo in palio dal programma televisivo “Alle falde del Kilimangiaro”, in onda su Raitre. Domenica scorsa, infatti, a trionfare è stato un altro paesino siciliano, Sambuca di Sicilia, che, ancora una volta ha stracciato al televoto i diretti concorrenti.
L’anno scorso era toccata la stessa sorte a Montalbano Elicona, borgo messinese, mentre nel 2014 è stata la volta di Gangi, cittadina palermitana. Sembrerebbe, inoltre, che la competizione porti fortuna all’economia e al turismo dei borghi vincitori; in pochi giorni, infatti, Sambuca è stata meta di numerosi flussi turistici, così come Gangi, nel 2014, fu “assalita” nella giornata di Pasquetta.
Stessa sorta per Montalbano Elicona, che nel mese e mezzo successivo alla proclamazione ha registrato 30mila presenze di turisti. La promozione del patrimonio artistico isolano è sempre stato dolente per l’amministrazione locale, per cui non stupisce il fatto che i siciliani abbiano trovato nuovi modi per valorizzare le proprie bellezze.
Con 19 gioielli già riconosciuti dall’associazione “I borghi più belli di Italia”, è facile immaginare che la Sicilia punti nel 2017 alla quarta vittoria consecutiva; e, chissà, che, nel frattempo, non venga riconosciuto e inserito nel club un altro degli 829 borghi siciliani.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684