Aeroporto, si rilancia in viabilità quasi 58 mln per i collegamenti viari - QdS

Aeroporto, si rilancia in viabilità quasi 58 mln per i collegamenti viari

Stefania Zaccaria

Aeroporto, si rilancia in viabilità quasi 58 mln per i collegamenti viari

mercoledì 02 Ottobre 2019 - 00:00
Aeroporto, si rilancia in viabilità quasi 58 mln per i collegamenti viari

I fondi serviranno per i lotti 1, 2 e 5 che consentiranno di completare i due già in funzione. Intanto per le nuove tratte la Regione temporeggia e le presenze estive crollano

COMISO (RG) – L’aeroporto di Comiso ha bisogno di essere rilanciato e l’assessorato regionale alle Infrastrutture ha pensato di farlo partendo dalla viabilità. Ecco perché sono stati destinati quasi 58 milioni di euro per i lotti 1,2 e 5 che consentiranno di completare gli attuali due, già in funzione, che dall’aeroporto si dirameranno verso la Ragusa-Catania, oltre a quelli che partendo dall’interporto di Vittoria ed attraversando Comiso consentiranno una veloce e sicura comunicazione con tutta l’area aeroportuale.

I progetti sono quindi già finanziati e permetteranno di modificare la viabilità che gravita attorno alle città di Vittoria e Comiso. Attualmente è già stato realizzato il quarto lotto – la bretella di collegamento per l’aeroporto di Comiso – mentre i lotti 3 e 6 sono stati appaltati.

Con i quasi 58 milioni stanziati dalla Regione, invece, si potrà completare tutto l’asse la cui progettazione, ideata nel 2006, è stata resa possibile grazie ai fondi ex Insicem. Per il rilancio turistico dello scalo, invece, dopo una interrogazione presentata dal Movimento 5 Stelle, il governo regionale ha finalmente dato un accenno di risposta.

“Dopo oltre 14 mesi ci arriva – ha evidenziato la deputata regionale del M5S Stefania Campo – risposta dal governo regionale rispetto ad una nostra interrogazione sugli incentivi economici per l’incremento delle presenze turistiche verso l’aeroporto di Comiso, presentata il 24 luglio del 2018, con la quale sollecitavamo l’assessorato regionale del Turismo e le commissioni di competenza ad approvare il progetto della società di gestione dello scalo comisano, presentato il 4 giugno dello stesso anno, entro i trenta giorni fissati dal cronoprogramma condiviso e quindi senza ulteriore ritardo”.

Si è accumulato un bel ritardo, rendendo praticamente inutile il bando da 15,5 milioni, previsto per circa 15 rotte. A quel bando infatti parteciparono solo due compagnie e per due sole rotte: una per la Germania e l’altra per Torino. Quindi 2 rotte su 15 possibili. Un vero e proprio flop.

Ma la cosa ancora più incredibile – ha aggiunto la deputata iblea – è che anche queste due rotte non si sono mai concretizzate. Le uniche due compagnie che parteciparono forse non sono mai state messe nelle condizioni di poter lavorare serenamente e con fiducia? Non si sa, così come non si sa che cosa intenda fare la Soaco con questi 15,5 milioni e con gli altri 1,9 milioni dei fondi ex Insicem. È mai possibile tenere fermi 17,4 milioni di euro pubblici per più di 15 mesi? I dati di questa estate, d’altronde, sono chiari e netti: i passeggeri sono calati dai consueti 45mila a soli 30mila, quindi 15mila in meno. Un calo percentuale del 33 per cento, senza che nessuno abbia avuto il coraggio di assumersene la responsabilità”. Tutto resta comunque in stand by mentre si assiste a una mortificazione dello scalo e del territorio ibleo.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684