Cateno De Luca: "Nessun big disposto a immolarsi per centrodestra"

Cateno De Luca: “Nessun big disposto immolarsi a Regionali per centrodestra”

web-meg

Cateno De Luca: “Nessun big disposto immolarsi a Regionali per centrodestra”

web-meg |
mercoledì 13 Aprile 2022 - 13:35

Il leader di Sicilia Vera, candidato alle Regionali con la sua Sicilia Vera commenta le affermazioni di Gianfranco Miccichè su Nello Musumeci e non ci sta a essere strumentalizzato

“Io candidato della coalizione? Non basta cambiare presidente e lasciare la banda Bassotti”. “Sta prendendo piede la consapevolezza che il centrodestra alle Regionali perde. E, in questo clima, non c’è nessun big che è pronto a immolarsi. Con De Luca candidato, chi è disposto? Non c’è partita per le Regionali. Hanno perso a prescindere”. Così, all’Adnkronos, il candidato alla presidenza della Regione Siciliana Cateno De Luca, dopo le dichiarazioni rilasciate dal coordinatore di Forza Italia in Sicilia Gianfranco Miccichè.

Il leader di Sicilia Vera di essere il candidato del centrodestra non ne vuole sapere

“Si sta configurando un quadro che io avevo messo in conto – aggiunge De Luca – e lo dico sulla scorta di quello che è successo a Messina nelle ultime amministrative, quando poco prima di presentare le liste Miccichè mi chiamò per chiedermi di fare il candidato unico del centrodestra”. Ma De Luca di essere il candidato del centrodestra non ne vuole sapere (e ha già presentato la sua candidatura con Sicilia Vera). “Bisogna smetterla di pensare che si cambia il presidente ma lo schema della banda Bassotti rimane lo stesso. Io non ci sto: è il bue che dice cornuto all’asino”.

L’ex sindaco di Messina dichiara: “Io non sono l’Anti Musumeci”

“Io non sono l’Anti Musumeci – dice il leader del movimento Sicilia Vera – anzi ribadisco che è giusto che Musumeci, in quanto governatore uscente, sia ricandidato. Poi sulla scia di quello che ha fatto ci sarà una competizione e vedremo chi vince. Potrei dire che io sono il big sponsor della ricandidatura di Musumeci e lo dico anche a Miccichè. Non so se Musumeci avesse un patto col centrodestra, ma io ricordo bene quando a fine della sua campagna elettorale disse che lui non sarebbe stato ricattabile perché avrebbe fatto solo 5 anni e avrebbe detto tanti no. Cos’è cambiato? Gli chiederei: hai detto a tutti sì rispetto ai no che dovevi dire?”.

“Non voglio essere strumentalizzato in queste faide interne del centro destra”

Le dichiarazioni del coordinatore regionale di Forza Italia Gianfranco Miccichè che lo dà come possibile vincente su Musumeci lo hanno “sbalordito”, ma Cateno De Luca non vuole essere tirato dalla giacchetta da nessuno. “Non voglio essere strumentalizzato in queste faide interne che appartengono al centro destra – dice l’ex sindaco di Messina all’Adnkronos – Negli ultimi 4 anni non sono mai stato invitato a una riunione del centrodestra quindi non capisco come si possa dire che sono un candidato di centrodestra. E neanche Danilo (Lo Giudice, deputato all’Ars e candidato con Sicilia Vera alle prossime regionali ndr) ha avuto a che fare con loro. Noi stiamo puntando a un trasversalismo”.

De Luca: “Sono rimasto sbalordito dalla dichiarazioni di Miccichè”

“Stamattina quando ho letto le dichiarazioni di Miccichè sono rimasto sbalordito – aggiunge – Sbalordito e sorpreso che lui dica che io avrei più consensi di Musumeci, anche se nei miei giri sul territorio sto raccogliendo proprio questa sensazione”. Con Miccichè, continua, “ci siamo solo intravisti quando ho fatto la conferenza stampa a Palazzo dei Normanni (7 aprile ndr), poi lui mi ha cercato ma non ci siamo visti”.

La dichiarazione di Miccichè offende l’elettorato del centrosinistra

“Pd e M5S vincono anche se candidano un gatto? Questo significa offendere e dare dei cretini all’elettorato di centrosinistra – conclude De Luca -. Io avrò molto consenso nell’ambito del centro sinistra – aggiunge – e lo vedo anche guardando alle candidature che stiamo raccogliendo, che presenteremo il 30 aprile alla manifestazione al Golden di Palermo e che da un’esperienza nel centrosinistra”. Candidati, sottolinea De Luca, “che non ne possono più della finta opposizione del centrosinistra e che pensano che l’elettorato del centrosinistra vada informato sugli accordi di palazzo, su quella che non è più un’opposizione seria ma un inciucio serio”.

Tag:

Articoli correlati

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684