Elezioni Regionali Sicilia 2022, lo spoglio in diretta - QdS

Elezioni Regionali Sicilia 2022, Schifani verso la vittoria: la diretta

web-la

Elezioni Regionali Sicilia 2022, Schifani verso la vittoria: la diretta

web-la |
lunedì 26 Settembre 2022 - 12:36

LIVE - Elezioni Regionali Sicilia 2022, lo spoglio e i risultati in diretta su QdS.it

Elezioni Regionali Sicilia 2022, i risultati e lo spoglio in diretta: le operazioni di scrutinio per scoprire il nuovo presidente della Regione e i membri dell’Ars partono alle ore 14 del 26 settembre.

Chi ha vinto in Sicilia, lo spoglio in diretta

Lunedì 27 settembre

Ore 14,25: Ancora ritardi per lo spoglio elettorale. La Regione Siciliana ha comunicato che, a causa di alcuni errori da parte dei Comuni, non è ancora stato possibile determinare l’assegnazione dei seggi.

Ore 7.30: Spoglio a rilento in Sicilia. Quando mancano ancora 428 sezioni alla fine (4870 sezioni su 5298) si conferma il distacco di oltre 17 punti percentuali tra Renato Schifani, sostenuto dal centrodestra nella corsa a Palazzo d’Orleans, e l’outsider Cateno De Luca. L’ex presidente del Senato, infatti, si attesa al 41,80%, lasciando il leader di Sud chiama Nord al 24,58%. Il terzo posto sul podio spetta alla candidata di Pd e Centopassi, Caterina Chinnici, che conquista il 15,98% dei consensi. Per Nuccio Di Paola, l’uomo scelto dal M5S per la guida della regione dopo la rottura con i Dem, il 15,08% delle preferenze. Seguono Gaetano Armao, sostenuto da Azione e Italia viva, che si ferma al 2,03% ed Eliana Esposito, candidata di ‘Siciliani liberi’, con lo 0,50%.

Ore 06.30: Quando sono state scrutinate 4.796 sezioni su 5.298 in Sicilia Fratelli d’Italia risulta il primo partito con il 15 per cento dei voti, seguito da Forza Italia con il 14,9 per cento, Sud chiama Nord di Cateno De Luca con il 14 per cento, M5S con il 13,5 per cento, Pd con il 12,6 per cento. E ancora: Salvini Lega con il 6,7 per cento, Popolari e autonomisti con il 6,6 per cento superano la lista di sbarramento. Non ce la fanno Centopassi di Claudio Fava con il 3 per cento e il Terzo Polo con il 2,1 per cento.

Lunedì 26 settembre

Ore 22.30: Quando sono state scrutinate 2012 sezioni su 5296, Renato Schifani, sostenuto dal centrodestra nella corsa alla Presidenza della Regione siciliana, conferma il suo vantaggio, sfiorando il 40 per cento delle preferenze (38,5%). L’outsider Cateno De Luca si ferma al 24,2% dei consensi, mentre sul terzo gradino del podio resta Caterina Chinnici, appoggiata da Pd e Centopassi, che conquista il 18%. Nuccio Di Paola del M5S raggiunge il 16,6% dei consensi, fermandosi al quarto posto. Chiudono la classifica Gaetano Armao del Terzo Polo (2,1%) e Eliana Esposito dei Siciliani liberi (0,5%).

Ore 21.34: “Mi sono complimentato con il presidente Renato Schifani. La sua elezione e la vittoria del centrodestra siciliano confermano il gradimento degli elettori verso il buon governo degli ultimi cinque anni. Lascio al neo presidente una Regione finalmente con le carte in regola e libera da ogni condizionamento esterno ed interno. Congratulazioni e buon lavoro anche ai deputati che siederanno a Sala d’Ercole”. Così Nello Musumeci, governatore uscente della Sicilia che ha “staccato” un biglietto per il Senato, commenta la vittoria del centrodestra e di Renato Schifani alle regionali in Sicilia.

Ore 21.03: Sono state scrutinate 1.082 sezioni su 5.295, Renato Schifani, candidato del centrodestra alla presidenza della Regione, il più votato in Sicilia con il 38,8% delle preferenze. A seguire Cateno De Luca (28,9%), Caterina Chinnici per il centrosinistra (16,3%), Nuccio Di Paola del M5S (13,5%). Chiudono Gaetano Armao (1,8%) e Eliana Esposito (0,4%).

Ore 19.47: Prosegue lo spoglio per le Regionali siciliane. I dati relativi a poco più del 10% delle sezioni – 725 sezioni su 5.294 – attribuiscono al candidato del centrodestra, Renato Schifani, il 38,6%. Secondo è Cateno De Luca con il 28,6%. Terza Caterina Chinnici del centrosinistra con il 16,6%. Nuccio di Paola del M5s al 14,3%. Gaetano Armao del Terzo polo Azione-Italia viva al 1,5%

Ore 19.10: Nuovi dati provenienti dalla Regione Siciliana. Con 507 sezioni scrutinate su 5.295, Renato Schifani (centrodestra) passa al 37,647%, davanti a De Luca che cresce al 29,495%. Seguono Caterina Chinnici con il 17,363%, Nuccio Di Paola con il 23,456%, Gaetano Armao con 1,604% ed Eliana Esposito con lo 0,426%.

Ore 18.55: Con 223 sezioni scrutinate su 5.295, il candidato del centrodestra Schifani è al 39,75%, mentre De Luca al 28,57%. Terza con 16,90% Caterina Chinnici del Centrosinistra. Quarto Nuccio Di Paola, del M5S, con il 12,73%. Gaetano Armao, candidato di Azione e Italia Viva, si trova 1,67% ed Eliana Esposito, candidata di Siciliani liberi, allo 0,34%.

Ore 18.35: Il candidato del centrodestra Renato Schifani parla già da vincente: “Questa vittoria è una vittoria di tutto il centrodestra. Ne sono particolarmente felice. Ci sarà una maggioranza abbastanza qualificata. E ciò rafforzerà l’unità della coalizione: tutti i partiti che mi hanno sostenuto avranno pari dignità”. Schifani ha sottolineato ancora che “questa vittoria favorirà il popolo siciliano. I siciliani avranno un Governo siciliano che si muoverà in sinergia con quello nazionale“. Sempre l’ex presidente del Senato ha sottolineato che il Ponte sullo Stretto sarà una priorità del nuovo Governo regionale.

Ore 18: In base alla proiezione del Consorzio Opinio Italia per Rai, con una copertura del campione del 58%, il candidato di centrodestra Renato Schifani è al 42% mentre la coalizione di centrodestra che lo sostiene è al 48,7%. Il leader di Sud chiama Nord Cateno De Luca è al 23,3% mentre la sua coalizione è al 18%. La candidata del centrosinistra Caterina Chinnici è al 16,6% e la coalizione è al 16%. Nuccio Di Paola (M5S) è al 16,3% e la sua coalizione al 15,4%.

Ore 17.30: 88 sezioni scrutinate. Schifani ancora in testa con 39,061% dei voti, seguono De Luca con il 28,111%, e Nuccio Di Paola al 14,41%

Ore 16.50: 21 sezioni scrutinate. Schifani al 37,135% dei voti, De Luca e Chinnici rispettivamente poco al di sopra del 25 e del 21,5%.

16.35: Sono 11 le sezioni in Sicilia dove lo scrutinio è completo. Cambiano leggermente le percentuali: Schifani rimane in prima posizione ma con il 34% e continua il testa a testa tra Caterina Chinnici e Cateno De Luca (rispettivamente al 25,896% e al 27,998%). Chiudono la classifica dei potenziali presidenti della Regione in Sicilia Nuccio Di Paola (10,26%), Gaetano Armao (1,051%) ed Eliana Esposito (0, 062%).

Le proiezioni dei partiti secondo Opinio Rai: Fratelli d’Italia 15,8%, Movimento 5 Stelle 15,4%, Sud chiama Nord 15%. Seguono Pd al 12,5%, Lega al 7,6%, Popolari e autonomisti dell’ex governatore Raffaele Lombardo al 7%. Chiudono la classifica la Dc di Cuffaro al 6%, Sicilia Vera al 2,1% e Azione Italia viva al 1,5%.

Nell’attesa di conoscere il risultato finale di queste Elezioni Regionali 2022, e sul trionfo del centrodestra in Sicilia, cerchiamo di capire chi è Renato Schifani il futuro governatore della Sicilia.

Il commento di Giovanni Pizzo sulle Elezioni Regioni in Sicilia 2022

Elezioni Regionali Sicilia 2022, le reazioni

Ore 16.30: “Sono Felice per la prima vittoria di un palermitano alla Presidenza della Regione siciliana”. Sono le dichiarazioni di Gianfranco Miccichè, coordinatore regionale di ‘Forza Italia’ di fronte alla notizia della possibile vittoria di Renato Schifani alle Regionali 2022 in Sicilia (in base ai primi dati dello spoglio, che QdS segue in diretta).

Ore 16.20: Terza sezione scrutinata. Schifani supera il 40% e ottiene il 41,084% dei voti espressi (443 sul sito della Regione). Rimane il “testa a testa” tra Chinnici (al 26,185%) e De Luca (21,445%).

Terza proiezione Opinio Rai, ore 16.15: Schifani sale al 42,2%, seguono De Luca con il 22,6%, Chinnici con il 17%, Di Paola con il 16,1%. Prima proiezione anche per i partiti: è testa a testa tra Fdi (15,8%) e M5s (15,4%). Seguono Sud chiama nord al 15% e Pd al 12,5%. Forza Italia ha ottenuto il 12%, mentre la Lega ha il 7,6%.

Ore 15.53: Due sezioni scrutinate, 291 voti espressi e registrati sul sito della Regione. Il vantaggio è di Renato Schifani (39,863%). Segue Caterina Chinnici con il 32,646%. Terzo e quarto posto, rispettivamente, per Cateno De Luca (13,402%) e Nuccio Di Paola (11,34%). Al momento, 0% per Eliana Esposito. Per quanto riguarda le liste regionali, ecco i dati:

  • Siciliani Liberi (Eliana Esposito): 0%;
  • Chinnici Presidente: 32,646%;
  • In Sicilia “Renato Schifani Presidente”: 39,863%;
  • Azione – Italia Viva: 2,749%;
  • De Luca Sindaco di Sicilia – Sud chiama Nord: 13,402%;
  • Movimento 5 Stelle: 11,34%.

Scrutinio Sicilia 2022, le prime due proiezioni

Ore 15.30: Proiezioni Opinio Rai aggiornate, ecco i dati sui primi 3 candidati alla presidenza: Schifani 39%, De Luca 24,4% e Chinnici 18,3%. Nuccio Di Paola rimane al 15,6% dei voti, secondo le proiezioni.

15: Alle elezioni per la Regione Siciliana, secondo la prima proiezione Consorzio Opinio Italia per Rai (riproduzione riservata), sarebbe avanti il candidato di centrodestra Renato Schifani (37,8%). Seguono Cateno De Luca (25,8%), Caterina Chinnici (18,8%) e Nuccio Di Paola (15,5%). Il dato si basa su un campione del 6% di elettori.

14: iniziano le operazioni di scrutinio, tra poche ore si scoprirà chi ha vinto le elezioni in Sicilia e chi sarà il nuovo presidente della Regione. I dati dalle sezioni alle Prefetture saranno poi raccolti dalla sala operativa dell’Ufficio elettorale allestita all’assessorato regionale delle Autonomie locali, in via Trinacria 34/36 a Palermo.

Ecco come funziona lo spoglio in Sicilia:

Elezioni Regionali Sicilia 2022, i primi exit poll di domenica

Per gli exit poll del Consorzio Opinio-Rai, Renato Schifani si appresterebbe a vincere le elezioni in Sicilia. L’ex presidente del Senato, sostenuto dall’intero centrodestra, avrebbe una percentuale tra il 37 e il 41 per cento, in vantaggio di 13 punti sul secondo, Cateno De Luca, sostenuto solo dal suo movimento “Sicilia Vera”.

A “Scateno”, come è stato soprannominato l’ex sindaco di Messina per la sua irruenza, viene attribuita una forbice del 24-28 per cento. Sulla base di questa rilevazione, dunque, non inciderebbe sul risultato finale il voto disgiunto, la possibilità data dalla legge elettorale regionale di votare per una lista e per un candidato presidente di un altro schieramento: una possibilità sulla quale ha puntato De Luca in campagna elettorale sperando di intercettare voti nel bacino del centrodestra.

Ma se lo spoglio delle schede dovesse confermare il dato dell’exit poll il centrodestra dimostrerebbe di avere ritrovato l’unità dopo lo scontro durissimo tra i partiti che aveva impedito la ricandidatura di Nello Musumeci.

Soltanto terza Caterina Chinnici, appoggiata dal Pd e dalla lista dei Centopassi espressione di partiti della sinistra e di movimenti: l’eurodeputata, figlia del magistrato Rocco Chinnici assassinato dalla mafia mell’83, avrebbe tra il 15,5 e il 19,5 per cento. Quarta piazza per Nuccio Di Paola del M5s, tra il 13
e il 17 per cento nonostante il bagno di folla che aveva accolto Giuseppe Conte nel suo tour elettorale di tre giorni nell’Isola.

Gli altri due candidati in corsa per la presidenza della Regione – Gaetano Armao per il Terzo Polo ed Eliana Esposto per Siciliani liberi – si attesterebbero tra l’1,5 e il 3,5 per cento.

Elezioni Regionali Sicilia 2022, l’affluenza

In Sicilia per le elezioni regionali ha votato il 48,62% degli elettori. Alle precedenti regionali nel 2017 aveva votato il 46,75%. Lo si legge nel report dell’ufficio elettorale della Regione. Su 4.627.146
elettori sono andati alle urne 2.249.870. Alle precedenti regionali su 4.661.111 elettori avevano votato 2.179.185.

Elezioni Regionali Sicilia 2022, l’affluenza provincia per provincia

La provincia con la maggiore affluenza è Messina col 53,4% ( alle precedenti il 51,75%), quella con la minore partecipazione è Enna col 39,99% (alle precedenti 37,68%). In Sicilia per le politiche vi è stato un calo di oltre il 5% dei votanti.

La differenza delle percentuali dei votanti è stata spiegata dalla Regione perché è da considerare che “la base elettorale per le regionali è diversa da quella per le politiche, perché lo Stato non considera gli elettori esteri che non hanno optato per il voto per corrispondenza”.

Tag:

Articoli correlati

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001