I fondali della Sicilia nella serie i Cacciatori di reti fantasma - QdS

I fondali della Sicilia nella serie i Cacciatori di reti fantasma

web-mp

I fondali della Sicilia nella serie i Cacciatori di reti fantasma

web-mp |
domenica 20 Giugno 2021 - 18:20

I Sommozzatori volontari tentano di ripulire il mare della Sicilia, recuperando le reti da pesca abbandonate nei fondali marini di Ustica, Acireale, Acicastello e Augusta

Cacciatori di reti fantasma è una serie originale documentaristica, interamente realizzata in 4K, diretta da Christian Gandini e scritta da Francesco Morstabilini Andrea Bempensante e Christian Gandini.

La docu-series segue le attività dell’omonimo gruppo di subacquei professionisti siciliani, impegnati nell’individuazione e nel recupero delle “reti fantasma”, reti da pesca abbandonate o perdute sul fondale marino che continuano a pescare senza controllo e contribuiscono in modo importante all’inquinamento del

La serie racconta le vite e
l’impegno quotidiano di questi insoliti attivisti, sommozzatori professionisti
che dedicano il loro tempo libero a preservare i fondali marini dalle reti da
pesca abbandonate, che continuano a pescare senza controllo.

Un lavoro duro portato avanti con
la forza della passione e la voglia di tutelare il mare davanti a cui sono nati
e cresciuti.

Tra le quattro puntate della prima stagione, da poter guardare gratuitamente sulla piattaforma streaming Discovery+, i cacciatori hanno rimosso una rete che ricopre il relitto del piroscafo Terni, il mezzo navale a vapore affondato nel corso del secondo conflitto mondiale e che la storia racconta essere riconducibile al c.d. “relitto della Timpa”, oggi presente nei fondali compresi tra Santa Maria La Scala e Capomulini.

Poi ancora da Acicastello, il gruppo degli esperti subacquei hanno liberato da una rete il parco archeologico delle Isole Ciclopi.

Segue la terza puntata dove i cacciatori, nell’isola di Ustica, sono riusciti a recuperare una rete sprofondata al Secchitello. Ultima e quarta puntata, si va ad alla ricerca di uno strascico perso di fronte alla costa di Augusta.

La serie racconta le vite e
l’impegno quotidiano di questi insoliti attivisti, sommozzatori professionisti
che dedicano il loro tempo libero a preservare i fondali marini dalle reti da
pesca abbandonate, che continuano a pescare senza controllo.

Tag:

Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001