Messina, gestione dei rifiuti, ecco gli ispettori ambientali - QdS

Messina, gestione dei rifiuti, ecco gli ispettori ambientali

redazione

Messina, gestione dei rifiuti, ecco gli ispettori ambientali

martedì 04 Maggio 2021 - 00:01

Affidato ufficialmente in Municipio l’incarico ai diciannove volontari che supporteranno Messina Servizi Bene Comune e Polizia municipale su tutela e vigilanza del decoro urbano

MESSINA – Hanno prestato giuramento davanti al sindaco Cateno De Luca, per essere così ammessi all’esercizio delle attività relative alla tutela dell’ambiente, alla difesa del suolo e al decoro del territorio comunale, diciannove nuovi Ispettori ambientali. Alla cerimonia hanno preso parte l’assessore con delega alle Politiche ambientali Dafne Musolino, il dirigente dei Servizi ambientali Francesco Ajello; il componente Cda della Messinaservizi Bene Comune Mariagrazia Interdonato e il vice comandante vicario commissario Giovanni Giardina.

La nomina è stata conferita con due decreti del sindaco (n. 31 del 2020 e n. 27 del 2021), ai sensi della deliberazione di Consiglio comunale n. 71/C del 19 febbraio scorso, con cui è stato approvato il “Regolamento comunale per l’istituzione della figura di Ispettore ambientale comunale volontario”, subordinata all’iscrizione a una delle associazioni di volontariato con cui il Comune ha già stipulato la convenzione prevista dallo stesso Regolamento. In particolare, in quattordici appartengono all’associazione Unac e cinque all’associazione Liberi cacciatori siciliani.

L’incarico è stato assunto a seguito del conseguimento dell’attestato di idoneità all’esercizio delle funzioni rilasciato dall’apposita Commissione comunale a conclusione del corso di formazione organizzato dal Comune, in collaborazione con il soggetto gestore e con la Polizia Locale e alla prova di valutazione scritta in merito alle competenze acquisite.

Dopo la lettura della formula di giuramento da parte di ciascuno degli Ispettori ambientali, il sindaco De Luca ha augurato loro buon lavoro: “Siate orgogliosi – ha detto – dell’attività che andrete a svolgere e rendeteci orgogliosi di quanto svolgerete. Noi confidiamo in voi. Rappresentate uno dei tasselli che rientrano nella strategia attuata da questa Amministrazione per la gestione del ciclo dei rifiuti che ha determinato importanti e coraggiose scelte che ci hanno consentito di uscire dalla black list dei Comuni siciliani inquinanti, grazie al raggiungimento nell’anno 2020 del 32% di raccolta differenziata di media nelle utenze domestiche, confermando il primato di Messina come prima tra le Città metropolitane della Sicilia per percentuali di raccolta differenziata e attestarci tra i Comuni che stanno concretamente attuando una efficiente politica di gestione del ciclo dei rifiuti. Mi auguro che a voi seguiranno altri volontari per affiancare la Messinaservizi Bene Comune e la Polizia locale nel delicato compito di vigilanza del decoro urbano”.

L’Ispettore ambientale comunale volontario si identifica in un soggetto qualificato come incaricato di Pubblico servizio per lo svolgimento delle attività di vigilanza e controllo del regolare conferimento dei Rsu e assimilati nel rispetto delle norme comunali vigenti in materia, con la finalità di supportare e affiancare nelle azioni di controllo del servizio gli agenti di polizia, attraverso la segnalazione delle eventuali violazioni riscontrate; di controllo dello stato dell’igiene ambientale per quanto concerne la gestione rifiuti; di vigilanza e controllo sulla tutela del patrimonio dei beni strumentali alla gestione dei servizi ambientali (cassonetti Rsu, contenitori carrellati e/o mastelli della differenziata, Centri comunali di raccolta, ecc…); di rilevazione ai fini della valutazione sull’indice di gradimento del servizio da parte degli utenti; di controllo di eventuali concentrazioni di rifiuti che richiedano interventi supplementari da parte dell’ente gestore del servizio; informazione e collaborazione con i cittadini ed esercenti di attività commerciali, in merito alla raccolta differenziata, del recupero dei rifiuti e della qualità dei servizi ambientali, nonché alla vigilanza sul rispetto delle normative relative alla tutela degli animali. Il compito degli Ispettori è poi quello di segnalare agli agenti di Polizia municipale eventuali trasgressioni e situazioni di abbandono.

Sarà la Polizia municipale a stilare i verbali e le sanzioni verso coloro che si rendono colpevoli di illeciti. Il servizio di Vigilanza volontaria ambientale è esteso esclusivamente all’intero territorio comunale, con espletamento a carattere volontario e gratuito.

Tag:

Potrebbe interessarti anche:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684

x