Modello 770/2021, le principali novità e quando presentarlo - QdS

Modello 770/2021, le principali novità e quando presentarlo

Web-al

Modello 770/2021, le principali novità e quando presentarlo

Web-al |
lunedì 11 Ottobre 2021 - 11:58

Con il provvedimento del 15 gennaio l'Agenzia delle Entrate mette a disposizione la versione definitiva e le relative istruzioni del modello 770. Ecco cosa c'è da sapere

Con il provvedimento del 15 gennaio, Prot. n. 13090/2021, il direttore dell’Agenzia delle Entrate ha approvato il modello 770/2021, relativo all’anno di imposta 2020, con le istruzioni per la compilazione. I sostituti devono inviarlo entro il 31 ottobre 2021 ma cadendo tale termine di domenica la scadenza slitta a martedì 2 novembre 2021.

Come previsto dall’articolo 4, comma 4-bis, D.P.R. 322/1998, dovrà essere trasmesso esclusivamente per via telematica direttamente dal sostituto d’imposta o tramite un intermediario abilitato; tramite altri soggetti incaricati (per le Amministrazioni dello Stato); tramite società appartenenti al gruppo.

La rilevazione della sospensione dei versamenti

In detto modello, tra l’altro, dovranno essere rilevate i versamenti sospesi non previsti dai diversi provvedimenti dell’anno 2020, nonché i nuovi crediti tra cui a titolo meramente indicativo il premio € 100,00 per i lavoratori dipendenti non in smart working nel mese di marzo e/o la restituzione delle somme indebite al netto delle ritenute.

Per far ordine delle disposizioni che hanno sospeso le ritenute e le addizionali dei lavoratori dipendenti e assimilati, l’amministrazione finanziaria ha previsto ben dodici note da esporre nei quadri dei versamenti.

I dati da trasmettere

In particolare lo strumento è utilizzato per trasmettere i dati delle ritenute operate nei casi che seguono: redditi di lavoro dipendente e assimilati; redditi di lavoro autonomo, provvigioni e redditi diversi; dividendi, proventi e redditi di capitale, ricomprendendo le ritenute su pagamenti relativi a bonifici disposti per il recupero del patrimonio edilizio e per interventi di risparmio energetico; locazioni brevi inserite all’interno della Certificazione unica; somme liquidate a seguito di pignoramento presso terzi; somme liquidate a titolo di indennità di esproprio; somme percepite a seguito di cessioni volontarie nel corso di procedimenti; espropriativi, nonché di somme comunque dovute per effetto di acquisizioni coattive conseguenti ad occupazioni d’urgenza.

Le novità

Le novità più significative del modello 770/2021 riguardano i quadri ST, relativo alle “Ritenute operate, trattenute per assistenza fiscale, e imposte sostitutive”, SV, relativo alle “Trattenute di addizionali comunali all’Irpef” e SX, riguardante il “Riepilogo dei crediti e delle compensazioni”.

Sono state inoltre aggiornate le istruzioni sull’erogazione dei dividendi distribuiti alle società semplici. Nei prospetti riepilogativi sono inseriti nuovi codici per la gestione della tardività dei versamenti, come mezzo di contrasto all’emergenza Covid-19

In particolare, nei quadri ST, sezione I e II, SV sono inseriti i seguenti campi: 15, dedicato alla “Sospensione Covid – Nota”; 16, dedicato alla “Sospensione Covid – Importo sospeso”.

Tali campi devono essere compilati, da parte dei sostituti di imposta, qualora, essendone legittimati, non hanno effettuato, nel corso del periodo 2020, in tutto o in parte i versamenti dovuti nelle scadenze previste, avvalendosi delle disposizioni di sospensione emanate a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19.

Nel quadro SX è stato aggiunto il rigo SX49, relativo al Trattamento Integrativo (bonus fiscale L. 21/2020). Il rigo SX49 ha una struttura analoga al rigo SX47 (quest’ultimo relativo al bonus fiscale L. 190/2014, con l’aggiunta di una casella relativa al trattamento da recuperare a rate nei mesi successivi al conguaglio (SX49 col. 4)

Sempre nel quadro SX, è stato aggiunto il campo ‘Premio art. 63 D.L. 18/2020’ (SX1 col. 6), relativo al premio, in forma di bonus fiscale, spettante ai dipendenti che hanno lavorato in sede nel mese di marzo 2020.

DOPO L’INVIO

Eseguito l’invio il servizio telematico invia un messaggio che conferma l’avvenuta ricezione del file. Successivamente il servizio fornisce all’utente un’altra comunicazione attestante l’esito dell’elaborazione effettuata sui dati pervenuti che, in assenza di errori, conferma l’avvenuta presentazione della dichiarazione.

Tag:

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Commenta

Registrazione n. 552 del 18-9-1980 Tribunale di Catania
Iscrizione al R.O.C. n. 6590


Ediservice s.r.l. 95126 Catania - Via Principe Nicola, 22

P.IVA: 01153210875 - Cciaa Catania n. 01153210875


SERVIZIO ABBONAMENTI:
servizioabbonamenti@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/372217

DIREZIONE VENDITE - Pubblicità locale, regionale e nazionale:
direzionevendite@quotidianodisicilia.it
Tel. 095/388268-095/383691 - Fax 095/7221147

AMMINISTRAZIONE, CLIENTI E FORNITORI
amministrazione@quotidianodisicilia.it
PEC: ediservicesrl@legalmail.it
Tel. 095/7222550- Fax 095/7374001

Direttore responsabile: Carlo Alberto Tregua direttore@quotidianodisicilia.it

Raffaella Tregua (vicedirettore)
vicedirettore@quotidianodisicilia.it

Dario Raffaele (redattore)
draffaele@quotidianodisicilia.it

Carmelo Lazzaro Danzuso (redattore)
clazzaro@quotidianodisicilia.it

Patrizia Penna (redattore)
ppenna@quotidianodisicilia.it

Antonio Leo (redattore)
aleo@quotidianodisicilia.it

redazione@quotidianodisicilia.it

Telefono 095.372684